Maltratta la moglie per 18 anni, condannato un 56enne

Maltratta la moglie per 18 anni, condannato un 56enne albanese
Maltratta la moglie per 18 anni, condannato un 56enne albanese
di Giulia Sancricca
3 Minuti di Lettura
Domenica 27 Novembre 2022, 03:15

MACERATA - Accusato di maltrattamenti in famiglia - che secondo la Procura si sono protratti per 18 anni - lesioni personali e minacce, condannato a due anni e sei mesi di reclusione. Si è chiuso così il processo a carico di un albanese di 56 anni residente nell’entroterra maceratese. Il giudice, Francesca Preziosi, ha anche deciso il risarcimento di cinquemila euro nei confronti della parte civile, tutelata dall’avvocato Claudio Cegna. 
 

Secondo la ricostruzione accusatoria – sostenuta in aula dal pubblico ministero Francesca D’Arienzo - i maltrattamenti sarebbero iniziati nel 1998 e proseguiti fino al 2016. La vittima, una albanese di 44 anni, ha raccontato di comportamenti umilianti e offensivi con percosse, in almeno due occasioni, schiaffi e oggetti lanciati in viso, tanto da indurre la donna a interrompere la convivenza mediante la separazione. Ma questo non sarebbe bastato a porre fine ai soprusi. L’uomo è accusato anche di lesioni personali, poiché nell’estate del 2016 avrebbe cagionato alla moglie un trauma contusivo all’emicostato destro, giudicato guaribile in 15 giorni, in quanto, non volendo accettare l’intenzione della moglie di separarsi da lui, le avrebbe storto il braccio e, sbattendola prima contro il muro poi contro il divano, avrebbe iniziato a colpirla con dei pugni su tutto il corpo. 

Le avrebbe poi strappato i vestiti e, con quelli, tentato di strangolarla, per poi colpirla con un mattarello in legno e, una volta a terra, con calci e pugni, strappandole i capelli da dietro. Sempre nello stesso periodo, il 56enne avrebbe minacciato gravemente la moglie convivente, affermando durante una comunicazione telefonica con i genitori di lei, che l’avrebbe «rispedita in bara». 
La donna sarebbe anche stata minacciata di morte qualora si fosse recata dai carabinieri a denunciare il marito. In un altro episodio, inoltre, rivolgendosi alla moglie, il 56enne le avrebbe detto «Ti sbatto fuori in mezzo a una strada» e «ti farò un danno fisico irreparabile». L’imputato è difeso dagli avvocati Luca Pascucci e Piero Montecchiari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA