Via libera al pacchetto dei nuovi corsi di studi. Sos tagli per l’entroterra, ecco cosa cambia

Sabato 30 Ottobre 2021 di Mauro Giustozzi
Via libera al pacchetto dei nuovi corsi di studi. Sos tagli per l entroterra. Ecco cosa cambia

MACERATA  . No alla riduzione dei servizi scolastici nelle zone colpite dal terremoto, dimensionamento delle scuole comunali e provinciali e finanziamenti covid destinati ad affitti e noleggi moduli per gli istituti del territorio. E poi tutta la mappa dei nuovi indirizzi di studio nelle scuole maceratesi. Sono questi temi trattati nell’ultimo Consiglio provinciale che ha visto anche la surroga di due consiglieri. 

 


Sulla programmazione della rete scolastica è stata accolta l’istanza del Comune di Fiastra di aggregare i plessi della scuola per l’infanzia, la primaria e la secondaria al comprensivo “Paoletti” di Pieve Torina; stessa cosa per l’intesa tra Pioraco e Sefro. In questo caso è stata accolta la richiesta di accorpare le scuole dell’infanzia a Sefro e le primarie a Pioraco. Al Centro provinciale per l’Istruzione degli adulti (Cipia) di Macerata è stata concessa l’attivazione di un ulteriore punto di erogazione del servizio per un corso di primo livello di alfabetizzazione presso il plesso “Via Regina Elena” di Civitanova, mentre alla scuola secondaria di primo livello “Marco Martello” di Petriolo, del comprensivo di Mogliano, è stata accolta l’istituzione dell’indirizzo musicale, stesso indirizzo autorizzato all’istituto comprensivo “Mestica” di Cingoli.

Per gli istituti superiori si registra l’avvio dell’indirizzo servizi culturali dello spettacolo presso l’istituto Bramante - Pannaggi di Macerata; l’istituzione della sezione musicale per completare l’indirizzo coreutico dell’ Iis “Filelfo” di Tolentino; l’indirizzo trasporti e logistica al “Mattei”di Recanati; il corso serale in sistemi informativi aziendali da parte dell’Ite Civitanova; l’indirizzo servizi culturali dello spettacolo presso l’Ipseoa “Varnelli” di Cingoli, l’indirizzo industria e artigianato per il made in italy con curvatura meccanica presso la sede principale dell’Ipsia “Corridoni” di Corridonia, nonché l’indirizzo quinquennale con curvatura in liuteria elettronica presso la sede di Macerata dello stesso istituto. 


Per quanto riguarda la richiesta di attivazione del liceo Sperimentale Europeo, formulata dal liceo Classico e Linguistico “Leopardi” e dal Convitto “Leopardi” di Macerata, il Consiglio provinciale esprime parere favorevole, ma sottolinea la necessità di ottenere l’autorizzazione della sperimentazione da parte del Miur, previa domanda da effettuare con la Regione Marche e l’ufficio scolastico regionale. Inerente il tema delle scuole, il Consiglio ha approvato all’unanimità un ordine del giorno che denuncia il grave rischio di smantellamento dei servizi scolastici, specie nei territori devastati dal sisma in cui essi costituiscono la primaria condizione di ricostituzione delle comunità locali e la concreta prospettiva di rinascita dei territori, che devono poter contare su una rete scolastica adeguata ai fabbisogni delle comunità e alle concrete potenzialità di sviluppo socio economico. 


«Per questo motivo - ha affermato il presidente Antonio Pettinari - invitiamo la Regione ad attivarsi presso le autorità competenti affinché venga intrapresa ogni azione mirata al pieno conseguimento di tali obiettivi, attraverso specifiche direttive ai competenti uffici periferici del Miur, che prevedano il mantenimento dell’attuale organizzazione della rete scolastica per quanto riguarda il dimensionamento delle autonomie, nonché l’istituzione della prima classe presso l’Istituto professionale “Renzo Frau” di Tolentino, premessa assolutamente necessaria per il mantenimento di quest’ultimo». Quindi è stato portato a ratifica l’atto del Presidente, assunto il primo settembre, che riguarda i finanziamenti Covid-19 di 550mila euro, destinati ad affitti e noleggi moduli per le scuole e interventi vari negli istituti. 
Le variazioni
Infine le variazioni di bilancio con l’applicazione dell’avanzo che sarà destinato per un importo di 150mila euro all’edilizia scolastica e per 521mila euro per le strade provinciali. La surroga di due consiglieri provinciali ha riguardato Francesco Acquaroli e Rosella Ruani che, in quanto non più consiglieri comunali, decadono dall’incarico e lasciano il posto a Cristina Arrà di Urbisaglia e Monia Prioretti di Tolentino. Pertanto si aggiungono ai consiglieri Tarcisio Antognozzi, Debora Brugnola, Fabrizio Ciarapica, Sonia Dignani, Andrea Marinelli, Anna Quercetti, Filippo Saltamartini, Stefania Settimi, Rosalba Ubaldi e Flavio Zura. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA