Vaccini porta a porta, il camper adesso farà rotta nei piccoli centri per trovare gli indecisi. Ecco tutte le date del programma

Vaccini porta a porta, il camper adesso farà rotta nei piccoli centri per trovare gli indecisi
Vaccini porta a porta, il camper adesso farà rotta nei piccoli centri per trovare gli indecisi
di Mauro Giustozzi
4 Minuti di Lettura
Sabato 4 Settembre 2021, 08:10

MACERATA  - La provincia di Macerata indietro nelle vaccinazioni soprattutto dei giovani rispetto ad altri territori cerca di recuperare il gap attraverso la campagna “porta a porta” del camper vaccinale che nel mese di settembre toccherà tanti comuni, soprattutto dell’entroterra, per facilitare la vaccinazione delle popolazioni più anziane e anche dei giovani in vista della ripresa dell’anno scolastico. 


L’obiettivo è implementare la campagna vaccinale per tutti i cittadini e in particolare per gli over 60 e la popolazione fragile non ancora vaccinata e che non si è ancora prenotata, soprattutto nelle aree più interne e nelle zone del terremoto. Per raggiungere chi non ha possibilità di muoversi l’Asur ha messo su strada una unità mobile per ogni provincia: le equipe operative sono composte da un medico, un infermiere vaccinatore e un infermiere o operatore sanitario, oltre che dall’autista. Sul mezzo anche uno zaino di emergenza per gestire eventuali reazioni allergiche. Nelle vicinanze del camper la Protezione Civile allestirà una tenda per l’attesa delle persone. Non è necessaria la prenotazione basta presentarsi con la tessera sanitaria e compilare gli appositi moduli. L’iniziativa nel maceratese è partita l’1 settembre da Pieve Torina, il giorno successivo ha toccato Castelsantangelo sul Nera/Visso/Ussita, ieri tappa a Bolognola e Sarnano.

«Tutto quello che è utile per la vaccinazione ben venga – ha ribadito Mauro Falcucci, sindaco di Castelsantangelo - anche se voglio ricordare che in tempi non sospetti chiedemmo al Commissario Legnini di poter essere vaccinati per primi non per un privilegio ma per una ragione oggettiva e cioè che le abitazioni Sae sono così tanto vicine una con l’altra che il distanziamento fisico di fatto non esiste. Non se ne fece nulla e me ne rammarico ancora oggi, così abbiamo approfittato di quest’ultima opportunità data dalla Regione per completare la vaccinazione di una popolazione anziana che ha più difficoltà a spostarsi in auto. Alla fine l’obiettivo è stato raggiunto ed una quindicina sono coloro che si sono vaccinati nel camper». 


Queste le tappe del camper in provincia nel mese di settembre, con operatività nell’orario 9-18: oggi Porto Recanati, lunedì Gagliole, poi 7 Castelraimondo/Esanatoglia, 8 Pollenza, 9 Treia, 10 Corridonia, 11 Recanati, 13 Potenza Picena, 14 Penna San Giovanni/Gualdo, 15 Porto Recanati, 16 Monte Cavallo/Camerino, 17 Loro Piceno, 18 Colmurano, 20 Civitanova, 21 Monte San Martino/Sant’Angelo in Pontano, 22 Belforte del Chienti, 23 Fiastra/Valfornace/Serravalle, 24 Ripe San Ginesio, 25 Morrovalle, 27 Pioraco/Sefro/Fiuminata, 28 Camporotondo di Fiastrone/Cessapalombo, 29 Montefano/Montelupone, 30 Potenza Picena.

«Abbiamo molto apprezzato questa iniziativa dell’Asur – ribadisce il sindaco di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci -: credo che si siano raggiunti numeri importanti di vaccinazioni per quelli che erano gli obiettivi prefissati. In questo modo si porta la sanità vicina ai cittadini, un percorso da proseguire nelle aree interne. Ben vengano queste iniziative, la popolazione ha risposto positivamente all’operazione camper vaccinale dell’Asur».


Macerata, avendo l’hub di Piediripa, non viene invece toccata dal camper itinerante. «L’afflusso prosegue costante –afferma Giordano Ripa, consigliere comunale delegato alla Sanità- nella struttura che ad agosto, ma anche nel mese di settembre, è aperta 5 giorni alla settimana solamente al mattino. Se poi aumenteranno le prenotazioni si potrà ampliare l’orario, e l’invito che facciamo alla popolazione è quello di vaccinarsi il prima possibile perché solo in questo modo possiamo sconfiggere il covid. Sulla disponibilità della sede di Valleverde il Comune ha il comodato d’uso sino al 31 dicembre poi si vedrà, anche a seconda della situazione pandemica, se ci sarà una proroga come avvenuto a Civitanova pochi giorni fa». Camper in azione ieri invece a Sarnano con i sanitari dell’Asur. «E’ stato accolta positivamente questa iniziativa e sono state decine i sarnanesi che ne hanno approfittato per vaccinarsi –ci dice il sindaco Luca Piergentili- dopo che nell’hub alle Terme nella prima fase sono state vaccinate 4.500 persone del territorio. Del resto Sarnano vanta oltre il 74% di residenti vaccinati per cui questa iniziativa dell’Asur, lodevole, è rivolta ad individuare chi in precedenza aveva rinviato la vaccinazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA