Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Macerata, accettano sconti telefonici
record ma è un bluff. Utenti raggirati

Molti utenti telefonici bombardati da falsi sconti
Molti utenti telefonici bombardati da falsi sconti
3 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Giugno 2018, 06:50
MACERATA - False identità al telefono, tentativi di raggiro, violazioni di norme e leggi sulla concorrenza. Il tutto per accaparrarsi nuovi utenti con metodi scorretti. Il quadro è disarmante anche nella nostra provincia dove sono sempre più numerosi coloro che si rivolgono alla sede di Federconsumatori per denunciare questi tentativi scorretti di call center che si inventano ogni giorno nuovi raggiri pur di conquistare un contratto. «Purtroppo è un’escalation di casi – ammette Cristiana Tullio di Federconsumatori Macerata - . Il meccanismo che viene messo in atto si configura quando l’utente - come è accaduto di recente - viene contattato da presunti operatori della sua compagnia di telefonia fissa, che lo informano che, a partire dal mese di giugno, il costo della bolletta subirà un cospicuo aumento. L’utente viene messo di fronte a due scelte: rimanere con il proprio operatore pagando di più, oppure scegliere sul mercato un altro operatore. Dopo circa un’ora  il cittadino  viene contattato nuovamente. Questa volta si tratta di un differente operatore telefonico, che propone una tariffa scontatissima, riservata proprio a lui. Sono coincidenze curiose che destano molta perplessità. Troviamo molto probabile che si tratti di un  fantasioso escamotage per attirare nuovi clienti nella rete dell’azienda di turno». 
I call center spesso si spacciano anche per un non ben individuato Ufficio tutela del consumatore. «Questo è gravissimo per chi abusa di una terminologia che riporta poi al lavoro che viene fatto dalla nostra e da altre associazione dei consumatori – spiega Cristina Tullio - perché noi non faremo mai un’operazione del genere e non diamo mai informazioni aggiuntive, per l'una o l'altra compagnia telefonica». 
 «Sono molti gli utenti che si rivolgono ai nostri sportelli per chiedere tutela nei confronti di errori di fatturazione commessi dalle compagnie telefoniche. – conclude Cristiana Tullio- Per la linea mobile, molti cittadini si sono rivolti a noi perché si sono visti addebitare costi per i cosiddetti servizi Premium (giochi, notizie, musica, etc…). Ma i problemi sono i più disparati: da chi vede il suo numero di telefono che d'un tratto passa da un operatore all’altro, a chi si vede modificare il piano tariffario semplicemente tramite un sms».
© RIPRODUZIONE RISERVATA