Via libera per trenta nuove telecamere: le spycam saranno collocate pure allo Sferisterio

Mercoledì 17 Novembre 2021 di Luca Patrassi
Via libera per trenta nuove telecamere: le spycam saranno collocate pure allo Sferisterio

MACERATA  - Avanza il piano del Comune per il potenziamento della videosorveglianza. Oggi l’amministrazione comunale, guidata dal primo cittadino Sandro Parcaroli, ha approvato il progetto presentato dall’assessore comunale alla sicurezza Paolo Renna che porterà un ulteriore investimento nel settore. La spesa prevista per il nuovo intervento, che sarà realizzato a breve non appena arriverà il finanziamento per effetto del mutuo chiesto a Cassa Depositi e Prestiti, è di 130mila euro. In buona sostanza sarà implementato il sistema di videosorveglianza e saranno sistemate alcune anomalie riscontrate nel funzionamento di vecchi apparati.

 


Nel particolare si parla di oltre trenta nuove telecamere che saranno posizionate in tutto il territorio cittadino. L’assessore Paolo Renna aveva già inserito l’obiettivo del potenziamento della videosorveglianza nei programmi dell’assessorato, obiettivi recepiti dal Comune dal documento unico di programmazione 2021/2023,: «l’obiettivo strategico - è scritto nel documento - relativo alla missione “Ordine pubblico e sicurezza”, si propone di migliorare e potenziare la sicurezza urbana al fine di aumentare la sicurezza reale e percepita dai cittadini, prevedendo espressamente, tra le azioni proposte, il potenziamento del sistema di videosorveglianza urbana». Dalla teoria alla pratica, oggi l’approvazione del progetto per la cui realizzazione si è formato un gruppo di lavoro formato dal comandante della polizia municipale Danilo Doria, dal dirigente di Servizi Finanziari Simone Ciattaglia e dai dipendenti Massimo Trozzo, Luana Antinori e Virgilio Ferranti.


«Sto portando avanti un progetto - rileva l’assessore Paolo Renna - che concretizza quanto programmato agli inizi del mandato amministrativo e sostenuto anche in sede di campagna elettorale. Quando siamo arrivati in Comune c’erano 80 telecamere attive, oggi siamo a 168 anche grazie all’accordo con Apm. Con questo investimento da 130mila euro pensiamo di installare nuove telecamere e risolvere i problemi registrati con alcuni vecchi apparati. Le nuove telecamere, giusto per fare alcuni esempi, saranno montate in Galleria del Commercio, Galleria Scipione, via Berardi ed allo Sferisterio. Siamo anche molto soddisfatti dei risultati finora colti: auto fuggite dopo l’incidente che in altri tempi non sarebbe stato possibile identificare, indagini della Municipale rese più semplici dalle nuove tecnologie, maggiore sicurezza anche per i cittadini. Stiamo definendo anche altri interventi, sempre sul fronte della sicurezza, ed al termine credo che saremo un modello da seguire anche per le altre città».

L’impegno finale dell’assessore comunale alla Sicurezza Paolo Renna: «Al termine del nostro mandato pensiamo di raddoppiare il numero delle telecamere che abbiamo trovato al nostro arrivo, a prescindere da quelle dell’Apm».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA