Buona la partenza per i saldi nei negozi del centro. «Speriamo nel rilancio del settore»

Partita la stagione dei saldi
Partita la stagione dei saldi
di Luca Muscolini
3 Minuti di Lettura
Domenica 3 Luglio 2022, 06:40

MACERATA - È partito con il piede giusto il periodo di saldi estivi che da ieri, sabato 2 luglio, proseguirà in tutta la regione fino al 31 agosto. A Macerata la prima impressione che hanno avuto i negozianti è stata positiva. 

«Nonostante il caldo afoso che avrebbe dovuto ispirare i clienti ad andare al mare o in montagna – afferma Giuseppe Romano, titolare del negozio di abbigliamento uomo in via Gramsci – questa mattina (ieri, ndr) c’è stato un discreto movimento di persone. Spero proprio che il trend sia confermato da lunedì in avanti e che, quindi, si possa concretizzare una reale ripresa dopo un lunghissimo periodo difficile coinciso con l’emergenza pandemica. Posso confermare, in qualità di presidente dei commercianti del centro storico, che da due mesi a questa parte ho raccolto diverse testimonianze positive dai colleghi con cui ho parlato. Quando ti alzi la mattina con le aspettative giuste, è un buon indizio. Significa che hai lavorato proficuamente e che ci sono fondate speranze che si viva un’altra giornata positiva». 


Riguardo ai timori legati al caro bollette ed ai rincari dei carburanti e dei generi alimentari per il conflitto russo-ucraino «esistono – ammette Ercoli –, però c’è da dire che quando si presenta l’occasione si spende. E vi posso assicurare che di occasioni nei negozi di Macerata ne girano parecchie. Inoltre, fatto non trascurabile, nei negozi si riesce a valutare bene la consistenza dell’indumento che si compra che l’acquisto on line non può garantire, oltre a poter ricevere utili consigli dei negozianti, con la possibilità di scambiare con loro quattro chiacchierare o sorseggiare un caffè». Sulla stessa lunghezza d’onda ma con un distinguo Franca Ercoli di “Pizzi e merletti”, abbigliamento donna.

«Per i clienti l’inizio nettamente anticipato della stagione dei saldi da qualche anno a questa parte è un vantaggio, ma per noi – sottolinea una delle rappresentanti dei commercianti di Corso Cairoli – un po’ meno. Se si è onesti e se quindi non si gonfiano i precedenti prezzi degli articoli, noi negozianti siamo costretti a vendere a cifre nettamente inferiori la merce che avremmo potuto vendere ugualmente, incassando di più. I saldi andrebbero fatti almeno fra una ventina di giorni. Ciononostante e pur nella continua emergenza da Covid, considerato che sono molti i clienti che confessano di avere congiunti positivi ma che, con le dovute accortezze, escono ugualmente a fare compere, ho avuto persone che attendevano fuori dal mio negozio nella mattinata di oggi ed ho notato tanta gente a spasso per il corso, in mattinata, con le buste piene. Speriamo che la stagione continui sulla stessa falsariga di come è iniziata e che si vincano le paure legate ai forti aumenti che fanno presagire un inverno difficile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA