Lo palpeggia e gli sfila l’orologio: «Non c’è stata violenza sessuale». Il sollievo di una trentenne romena

Giovedì 23 Giugno 2022
Lo palpeggia e gli sfila l orologio: «Non c è stata violenza sessuale». Il sollievo di una trentenne romena

MACERATA  - Accusata di violenza sessuale nei confronti di un 66enne, 30enne romena prosciolta. Lo ha deciso ieri mattina il giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Macerata Domenico Potetti che ha emesso sentenza di non luogo a procedere per una 30enne romena, attualmente irreperibile, accusata di violenza sessuale.

 

La vicenda sarebbe avvenuta a Serravalle del Chienti il 21 agosto del 2020 quando, secondo la ricostruzione accusatoria, la donna avrebbe avvicinato il 66enne e lo avrebbe palpeggiato sui genitali, nel fare questo gli avrebbe sfilato via un prezioso orologio.

Per questa vicenda è pendente un procedimento per furto aggravato e parallelamente era stato aperto un altro fascicolo per violenza sessuale perché per la Procura la donna nonostante la contrarietà della vittima avrebbe costretto l’uomo a subire i palpeggiamenti. Ieri nell’udienza preliminare a carico della 30enne il pubblico ministero Rita Barbieri ha chiesto il rinvio a giudizio, il giudice ha invece prosciolto l’imputata difesa dall’avvocato Giuseppe Roberto Caruana.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA