Due ladri incappucciati e vestiti di nero in azione in via Panfilo. In un’abitazione spariti i gioielli, nell'altra banditi messi in fuga

Venerdì 5 Novembre 2021 di Chiara Marinelli
Ladri in azione in via Panfilo a Macerata

MACERATA - Ladri in azione in via Panfilo, un residente torna a casa e incrocia due uomini incappucciati, con i guanti e vestiti di nero. Stando a quanto ha riferito sarebbero due stranieri, dall’accento dell’Est Europa. È caccia ai malviventi, i carabinieri invitano i residenti a segnalare sempre movimenti sospetti.

 
Gli episodi
Gli episodi sono avvenuti l’altra sera, all’ora di cena, intorno alle 20. I due malviventi hanno colpito una abitazione in via Panfilo. Il primo colpo è stato messo a segno con i malviventi che, approfittando del fatto che in casa non ci fosse nessuno, sono riusciti ad entrare e ad impossessarsi di gioielli. Il bottino è ancora da quantificare.

Poi hanno cercato di fare il bis, provando ad entrare in una seconda abitazione, sempre lungo la stessa via. Ma questa volta il colpo non è andato a segno. Il proprietario di casa, infatti, stava rientrando quando si è trovato davanti questi due individui. Come si diceva, erano vestiti di nero, incappucciati e con i guanti sulle mani.

La fuga
Quando hanno visto il proprietario di casa i due sono scappati via, facendo perdere le loro tracce. Non c’è stata alcuna colluttazione, anche se il residente li ha sentiti parlare. Secondo quanto ha riferito lui stesso ai carabinieri i due parlavano con un accento apparentemente dell’Est.

Della vicenda sono stati immediatamente informati i carabinieri, che ora sono al lavoro per identificare i due topi d’appartamento che si sono messi in azione l’altra sera. 

È stato lo stesso uomo a richiedere l’intervento dei militari dell’Arma. Ora è allarme tra i residenti. Come si diceva, i carabinieri invitano a prestare attenzione. Ogni movimento sospetto o ogni persona dubbia che si aggira tra le case deve essere segnalata in modo che i carabinieri possano agire il più rapidamente possibile ed evitare razzie nelle case.

© RIPRODUZIONE RISERVATA