«Devo controllare il vaccino», ma la finta dottoressa fa sparire tutto l'oro da casa dell'anziana

«Devo controllare il vaccino», ma la finta dottoressa fa sparire tutto l'oro da casa dell'anziana
«Devo controllare il vaccino», ma la finta dottoressa fa sparire tutto l'oro da casa dell'anziana
di Chiara Marinelli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 6 Maggio 2021, 10:28 - Ultimo aggiornamento: 7 Maggio, 09:30

MACERATA - Con la scusa del vaccino finta dottoressa si fa aprire la porta di casa. La vittima la fa accomodare e nel giro di pochi minuti sparisce tutto l’oro che la signora, una donna di 73 anni, teneva custodito in casa. L’episodio è avvenuto l’altro ieri, a Villa Potenza, in una abitazione dove la vittima vive da sola. Ad un certo punto, ha bussato alla porta di casa una donna, che ha riferito di essere una dottoressa mandata dall’Asur per sapere l’esito della vaccinazione anti-Covid 19

Il tesserino

Ha esibito un tesserino, ovviamente falso, e la vittima ha fatto entrare in casa la donna. A quel punto, con una scusa, ha chiesto di visionare l’oro che la settantatreenne aveva in camera. Evidentemente è riuscita, in maniera certamente inspiegabile, a conquistare la fiducia dell’anziana vittima che non credeva di avere a che fare con una truffatrice. Quest’ultima, alla fine, approfittando di un momento in cui la proprietaria di casa si era assentata per andare a prendere qualcosa in un’altra stanza, ha arraffato l’oro (un paio di anelli, del valore complessivo di circa 500 euro) e se ne è andata. 

La denuncia
Soltanto a quel punto la vittima si è resa conto di essere finita nel mirino di una malintenzionata. Ma era già troppo tardi. E non ha potuto fare altro che sporgere denuncia ai carabinieri. Ora sono in corso le indagini da parte dei militari dell’Arma per risalire all’identità della truffatrice. La raccomandazione è sempre la stessa: mai far entrare in casa persone sconosciute.
Le truffe
Da quando c’è l’emergenza Covid-19 le truffe di questo genere ai danni di anziani si susseguono. Prima i malintenzionati usavano la scusa delle mascherine da consegnare a casa di anziani, ora invece, da qualche tempo, è con la scusa di fare il vaccino anti-Covid che i truffatori di turno riescono a farsi aprire la porta di casa. Le vittime, come sempre, sono gli anziani che vivono soli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA