Ragazzo di 14 anni trova a terra un portafoglio pieno e lo consegna in questura

Martedì 19 Gennaio 2021
Bel gesto di un ragazzo che consegna in questura un portafogli perduto

MACERATA - Stava facendo una passeggiata con gli amici, quando per terra aveva trovato un portafoglio, piuttosto gonfio. Un quattordicenne lo ha raccolto e lo ha portato in questura. Non lo ha neanche aperto, lo ha preso e si è diretto verso la questura in piazza della Libertà. A compiere il bel gesto, che ha denotato uno spiccato senso civico, è stato un giovanissimo maceratese, Nicolas Marcolini, studente al primo anno dell’istituto tecnico biologico Itas Matteo Ricci.

 

Sabato pomeriggio il quattordicenne era in giro con un gruppetto di amici, tutti tra i 13 e i 14 anni, stavano passeggiando lungo viale Trieste, attorno alle mura, quando lo studente ha sbattuto con il piede contro qualcosa. Il tempo di abbassare lo sguardo e il giovanissimo si è accorto che a terra c’era un portafoglio, piuttosto gonfio, se di soldi o di carte non gli è neanche passato per la testa di togliersi il dubbio, perché lo ha raccolto e senza pensarci due volte si è diretto verso piazza della Libertà. Arrivato in questura ha consegnato il portafoglio ai poliziotti, spiegando loro dove e a che ora lo aveva trovato, ha precisato di non sapere né di chi fosse né cosa ci fosse dentro perché non lo aveva neppure aperto, poi ha rilasciato le proprie generalità e dopo le formalità di rito è uscito e ha raggiunto i suoi amici che lo aspettavano in piazza continuando con loro la passeggiata in centro.

Con il suo gesto il giovanissimo studente maceratese ha dimostrato un radicato senso civico e una rettitudine morale particolarmente apprezzabile in un periodo storico in cui a venire alla luce, invece, sono spesso azioni tutt’altro che positive. Sicuramente a lui va la gratitudine del proprietario del portafoglio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA