Scoperto il nascondiglio della marijuana destinata agli studenti, sequestati 80 chili di droga. Un arresto

Sabato 19 Settembre 2020

MACERATA Procura e polizia assestano un duro colpo allo spaccio di droga. Scoperti a Cingoli e sequestrati 80 chili (e non 100 come diffuso in un primo momento) di marijuana destinata ai giovani delle scuole medie e superiori del capoluogo.
Il risultato è arrivato proprio a seguito dell'incessante servizio nell’ambito del progetto “scuole sicure” e che ha convolto numerosi poliziotti in borghese della squadra mobile per individuare gli spacciatori che sostavano davanti alle scuole o nelle immediate vicinanze di esse.

I poliziotti hanno osservato tutto camuffati da operai dell’Enel o in abiti civili con cani al guinzaglio per non destare sospetti. Un servizio attuato non solo a Macerata ma in molte altre città della provincia. 
Un lavoro che ha permesso agli agenti di scovare la base dove poteva essere custodita la sostanza stupefacente.

I poliziotti decidevano, dopo alcuni giorni, di fermare uno di questi soggetti a Macerata, trovandolo in possesso di circa 50 grammi di marijuana pronta per essere spacciata.

Scattavano perquisizioni nelle abitazioni nella disponibilità del soggetto, dove complessivamente venivano trovati e sequestrati 100 chili di marijuana suddivisi in confezioni pronte per lo spaccio.
 Per il pusher scattava quindi l'arresto  per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ultimo aggiornamento: 20 Settembre, 08:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA