Parcaroli Paperone della giunta: ecco chi completa il podio dei redditi più alti del 2020

Mercoledì 21 Aprile 2021 di Mauro Giustozzi
Parcaroli Paperone della giunta: ecco chi completa il podio dei redditi più alti del 2020

MACERATA  - Aprile e maggio sono mesi in cui i cittadini solitamente iniziano a mettere mano alla denuncia dei redditi. Ma com’è la situazione patrimoniale dei politici? Il Paperone della giunta comunale di Macerata è, senza rivali, il sindaco-imprenditore Sandro Parcaroli. E’ lui ad aver dichiarato il reddito più alto nel 2020.

LEGGI ANCHE:

Parcaroli e i primi sei mesi da sindaco: «Finito l’effetto Covid puntiamo sul digitale per i turisti in centro»

 

E’ quanto emerge dai dati pubblicati sul sito del Comune di Macerata, nella sezione amministrazione trasparente. Il fatto che Parcaroli sia il primo non è certo un fatto clamoroso in quanto stiamo parlando di un imprenditore che ha costruito un proprio impero economico grazie al lavoro di tanti anni. Parcaroli infatti è stato l’inventore di Med Computer, divenuta oggi un colosso nell’ambito del settore informatico. 


La sua dichiarazione del 2020, riferita ai redditi del 2019, ammonta a 256.432 euro, una cifra che stacca tutti gli altri componenti della propria giunta che sono lontanissimi. Dietro il primo cittadino si piazza infatti, al secondo posto, l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Marchiori, di professione avvocato, che ha dichiarato un reddito di 62.968 euro e precede di poche migliaia di euro il collega Marco Caldarelli, assessore ai Servizi amministrativi, anch’egli di professione legale che ha all’attivo 60.676 euro.

Dietro questo terzetto, che costituisce iol podio, a livello di redditi, si apre una voragine in quanto al quarto posto della classifica troviamo il nome di un altro avvocato, quel Riccardo Sacchi assessore a Sport e turismo, molto staccato da chi lo precede con 37.750 euro nella sua dichiarazione. Vicinissimo a Sacchi risulta essere l’assessore all’Urbanistica Silvano Iommi, architetto, che vanta 33.498 euro incamerati nel corso del 2019. L’assessore al Bilancio, Oriana Piccioni, di professione commercialista, segue con 30.985 euro precedendo Francesca D’Alessandro, vicesindaco e assessore alle Politiche sociali, insegnante che dichiara 25.286 euro mentre nelle ultime posizioni figurano gli assessori Paolo Renna (Sicurezza) dipendente del Cosmari con 21.828 euro, Laura Laviano (Sviluppo economico), medico veterinario e consulente, con 19.905 euro e Katiuscia Cassetta (Cultura) responsabile comunicazione e sviluppo, con 12.023 euro. 

 

Ultimo aggiornamento: 10:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA