Entrano in casa con la scusa di voler comprare un appartamento, le ladre le portano via soldi e gioielli

Martedì 26 Gennaio 2021 di Benedetta Lombo
Ancora un'anziana vittima di raggiro e furto

MACERATA - Con la scusa di chiedere informazioni ad un’anziana su un appartamento in vendita, le entrano in casa e le sfilano via soldi e gioielli. Adesso è caccia alle due ladre. È accaduto in pieno pomeriggio venerdì scorso in una via poco distante da via Pesaro dove si trova il palazzo di giustizia.

 

In base a quanto ricostruito verso le 17 due donne, più o meno di mezza età, ben vestite avrebbero suonato al campanello di un’anziana ultrasettantenne per chiederle informazioni su un appartamento in vendita. All’esterno del condominio infatti c’era un cartello di vendita di un locale e le donne avrebbero colto la ghiotta occasione per raggirare l’anziana.

Non è escluso che le due abbiano effettuato appostamenti e controlli nei giorni precedenti per capire chi abitava in quel condominio e individuare le persone che potevano sembrare più fragili. Così venerdì scorso le due ladre sono entrate in azione e hanno suonato al campanello. L’anziana, non notando nulla di sospetto, ha aperto alle donne e queste avrebbero addotto una scusa che all’ultrasettantenne era apparsa assolutamente plausibile: avevano visto il cartello dell’appartamento in vendita, avevano provato a contattare il venditore ma non vi erano riuscite, così avevano chiesto a lei, come condomina, alcune informazioni sull’abitazione.

L’anziana in buona fede e con estrema gentilezza le aveva fatte accomodare e quello che è accaduto poi è un copione purtroppo già visto mille volte: mentre una delle due donne con domande pretestuose aveva tenuto impegnata l’anziana, la complice, con una scusa, si era allontanata e girando di stanza in stanza era riuscita a trovare denaro contante (500 euro) e monili in oro, poi una volta messo a segno il raid, con una scusa e tante grazie le due ladre avevano salutato e si erano accomiatate. Solo quando le ladre si erano ormai allontanate l’anziana si era resa conto di ciò che era appena accaduto e aveva dato l’allarme alla polizia.

Sul posto nel giro di pochissimi minuti è intervenuta una Volante della polizia, gli agenti hanno raccolto la testimonianza dell’anziana a cui hanno chiesto di descrivere le due donne, hanno raccolto ulteriori testimonianze dai vicini di casa e hanno avviato mirate indagini per risalire all’identità delle malviventi. Le forze dell’ordine raccomandano sempre, soprattutto agli anziani che tendono ad essere poco maliziosi e prevenuti nei confronti di estranei, di non abbassare mai la guardia e di non fidarsi di persone sconosciute. In caso di dubbi o perplessità il consiglio è sempre quello di chiamare il 113 o il 112.

© RIPRODUZIONE RISERVATA