Casi positivi di Covid, una scuola materna di San Severino finisce in quarantena

Martedì 2 Febbraio 2021 di Alessandra Bastarè e Luca Muscolini
La scuola materna Gentili di San Severino

MACERATA - Fine settimana, quello appena trascorso, con una notizia che ha messo in stato di apprensione l’intera comunità scolastica di San Severino. Due casi positivi al Covid 19 sono stati infatti riscontrati al plesso Gentili di rione Di Contro tra il personale scolastico in servizio. 

 

 

Di conseguenza l’Asur ha posto in quarantena fiduciaria l’intera scuola dell’infanzia, tutte le insegnanti, i collaboratori scolastici e i bambini delle sezioni presenti nella struttura di rione Di Contro, vale a dire le tre del Gentili e quella del Virgilio decentrata in quel plesso dall’inizio dell’anno scolastico per motivi legati allo spazio, proprio in rispetto della normativa anti Coronavirus.

Da ieri, perciò, tutti a casa a scopo precauzionale. Già da sabato e per tutta la giornata di domenica la segreteria dell’Istituto comprensivo Tacchi Venturi, diretto dalla professoressa Lauretta Corridoni, ha raggiunto telefonicamente tutti gli interessati e ieri l’Asur ha fornito ulteriori disposizioni per seguire l’iter da prassi in casi come questo. Sono rimasti regolarmente in classe, invece, i bambini dell’infanzia degli altri plessi Luzio, Virgilio e della frazione di Cesolo tutti, come il Gentili, facenti parte del comprensivo Venturi. L’episodio in questione rafforza il concetto del dovere di rispetto delle regole e soprattutto che non bisogna mai abbassare la guardia.

Dopo il focolaio alla casa di riposo Lazzarelli, spento dopo settimane di lotta strenua a livello sanitario, infatti, e lo screening gratuito offerto dalla Regione dal 24 al 26 gennaio scorsi, a cui molti settempedani hanno aderito e che aveva fornito risposte confortanti sul versante asintomatici, ecco che con i due casi del Gentili ritorna l’allarme Covid. Il mese di gennaio si chiude peraltro con numeri al rialzo per i casi positivi. Alle ore 16 di domenica il sito della Regione Marche riferiva di 37 persone contagiate e ben 110 in quarantena in città. 

Intanto continuano a salire i contagi nel Maceratese: 13 quelli registrati ieri sui 189 a livello regionale. In diminuzione le persone che si trovano in isolamento domiciliare che passano da 3204 a 3098; di queste 261 presentano sintomi mentre 111 sono operatori sanitari. In aumento i ricoveri nella terapia intensiva del Covid center di Civitanova (da 11 a 12) mentre rimangono stabili quelli nella terapia semintensiva della struttura realizzata da Guido Bertolaso (8) e nel reparto di Medicina d’Urgenza di Macerata (28). Sono 42 i pazienti nell’ex palazzina di Malattie Infettive del capoluogo, 16 all’ospedale di Camerino e 14 nel reparto non intensivo del Covid center di Civitanova. In aumento i ricoveri nei pronto soccorso: 11 in quello di Civitanova (il giorno prima erano otto) e quattro in quello di Macerata (nelle 24 ore precedenti nessuno).
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA