Macerata, rubati i peluche in ricordo
di Pamela Mastropietro, famiglia insorge

Rubati i peluche in ricordo
​di Pamela Mastropietro
La famiglia: «Vile e squallido»
di Benedetta Lombo
MACERATA - Rubati peluche e il vassoio di ceri in ricordo di Pamela Mastropietro. I familiari della diciottenne romana uccisa e fatta a pezzi dal nigeriano Innocent Oseghale il 30 gennaio del 2018, ieri hanno denunciato l’accaduto con un post su Facebook. Sulla pagina realizzata in memoria della ragazzina “La voce di Pamela Mastropietro” i parenti hanno spiegato che: «una gentile abitante di via Spalato, ci ha poco fa segnalato il furto, nel giardino antistante l’appartamento degli orrori, del vassoio con tutti i ceri e le candeline che la mamma di Pamela aveva lì posto in occasione del suo compleanno, nonché dei peluche che erano attaccati all’albero». Aggiungendo la condanna verso il gesto compiuto: «Casualità o no, un gesto vile e squallido. Speriamo che le forze di polizia individuino l’imbecille o gli imbecilli che hanno fatto ciò».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 14 Giugno 2019, 10:32 - Ultimo aggiornamento: 10:32