Ristoratori e baristi soddisfatti per le presenze: «Cosa fare per il centro? Sosta gratis nei weekend e puntiamo sugli eventi»

Martedì 2 Novembre 2021 di Andrea Mozzoni
Ristoratori e baristi soddisfatti per le presenze: «Cosa fare per il centro? Sosta gratis nei weekend e puntiamo sugli eventi»

MACERATA  - Il ponte di Ognissanti con Green pass ha promosso la vocazione turistica di Macerata. Quella che poteva essere una fase essenzialmente stagionale, si sta dimostrando capace di essere appetibile per italiani e stranieri tutto l’anno. Ad agevolare il ponte lungo a cavallo tra ottobre e novembre anche la clemenza del tempo, a eccezione di alcuni momenti della domenica e di ieri. 

 


«La stagione turistica si è allungata molto verso l’autunno rispetto al passato e nel fine settimana le persone in centro sono state tantissime rispetto ad altri anni - conferma Aldo Zeppilli, titolare del Bar Centrale, Centrale.it e Centrale plus a Macerata -, la città piace e credo che tutto ciò sia di buon auspicio avvicinandoci al Natale e verso il prossimo anno». Maschere, travestimenti e scherzi legati a Halloween hanno aiutato: «La città ha risposto ancora una volta anche rispetto a un evento che può sembrare una stupidaggine - aggiunge -, se si riesce a mantenere questo ritmo di eventi la situazione non potrà che migliorare anche grazie all’unità dei commercianti del centro storico». Come esempio Zeppilli riporta anche l’iniziativa “Fattoria in centro” andata in scena due domeniche fa e che si ripeterà ogni quarta domenica del mese: «Per non parlare di Tipicità Evo, la rassegna che sarà in programma dal 19 al 21 novembre - continua -, dopo le fasi più dure della pandemia da Covid il centro di Macerata è stato riscoperto e credo che si sia a buon punto anche per le iniziative natalizie». 


Successo anche a tavola: «Il vincisgrasso sta andando a ruba tra le nostre proposte e si conferma un piatto più invernale che estivo per i turisti, tanto da sostituire la polenta». Segnala la presenza di tante famiglie anche Marco Guzzini di “Di Gusto”: «Il centro si è letteralmente riempito di gente, così come di tanti bambini che si sono riversati qui per Halloween - afferma -, dal punto di vista delle prenotazioni abbiamo avuto il tutto esaurito sia sabato, che domenica e, viste le tante richieste, siamo stati aperti anche ieri sera, quando di solito il locale è chiuso». Fuori o dentro il ristobar non fa differenza sempre rispettando gli obblighi del Green pass: «Se il tempo lo permette come in questi giorni si predilige ancora stare all’aperto, dove abbiamo allestito piazza Cesare Battisti con dei funghi per riscaldarsi - sottolinea -, più eventi si organizzano, più la città risponde positivamente».


Molte le aspettative rispetto al Natale: «Stiamo leggendo di preparativi in corso per quello che per il settore del commercio è l’evento dell’anno - dichiara Guzzini -, ci sono stati annunciati tanti progetti e questa è la strada giusta da seguire, la cosa che più colpirà chi deciderà di venire a Macerata saranno sicuramente gli addobbi, i quali meriteranno una particolare attenzione». Tra le richieste: «La gratuità dei parcheggi aiuterebbe, magari anche soltanto nei giorni prefestivi - conclude -, rispetto alla sosta breve in piazza, che certo agevola chi può avere fretta, noi consigliamo i parcheggi in struttura anche per godersi la città in questi periodi dell’anno. La gratuità in questo senso sarebbe un segnale ancora più importante per favorire le presenze in centro e le attività commerciali». Diversi commercianti spererebbero per il sabato pomeriggio e per le giornate prefestive nel periodo natalizio la gratuità dei parcheggi per favorire lo shopping in centro. Oltre che, ovviamente, la proroga dei parcheggi in piazza e la sosta breve gratis nei corsi Cairoli e Cavour.


D’accordo anche Andrea Ciccioli del ristorante “La volpe e l’uva”: «Nei periodi di festa questa era una consuetudine che si potrebbe ampliare in occasione di particolari eventi o periodi - dice -, soprattutto in un momento come questo dove la situazione in generale può considerarsi buona. Tutto il mese di ottobre ha fatto registrare la voglia di uscire delle persone e anche sul lato Green pass non ci sono più particolari problemi». Al ristorante, tuttavia, si predilige il posto al coperto: «Qualcuno ha provato a chiedere una situazione esterna, ma ormai parliamo di un decina di giorni fa - evidenzia -, il ponte di Ognissanti è andato molto bene e abbiamo avuto il tutto esaurito per il pranzo della domenica». Italiani o stranieri? «Principalmente italiani, provenienti dalla Puglia o dalle città delle province vicine come Fabriano o Pesaro».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA