Redditi, il sindaco Parcaroli è al top in Comune: ecco quando guadagna. Ultimo posto per l’assessore Laviano

Redditi, Parcaroli è al top in Comune. Ultimo posto per l assessore Laviano
Redditi, Parcaroli è al top in Comune. Ultimo posto per l’assessore Laviano
di Luca Patrassi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 25 Gennaio 2023, 01:55

MACERATA - Pubblicate sul sito del Comune le dichiarazioni dei redditi conseguiti nel 2021 dai componenti della giunta. Si parte ovviamente dal primo cittadino Sandro Parcaroli che nel 2021 appunto ha conseguito un reddito imponibile di 258mila euro, pagato circa 104mila euro di imposte. Tra le entrate c’è da aggiungere il compenso come amministratore comunale: 44mila euro annui, nel 2022 l’indennità è aumentata e fino ad ottobre Parcaroli come sindaco ha percepito 65mila euro. 

 

Dal sindaco si passa al vice che è l’assessore comunale ai Servizi Sociali Francesca D’Alessandro, insegnante, esponente di Fratelli d’Italia. La D’Alessandro nel 2021 ha dichiarato un reddito imponibile di 38mila euro con una tassazione di poco meno di 11mila euro. Il compenso percepito dal Comune è stato di 29mila euro mentre nel 2022 di 49mila euro. Marco Caldarelli, avvocato, è l’assessore ai servizi amministrativi: ha un reddito imponibile di 120mila euro per una tassazione di circa 45mila euro. Dal Comune nel 2021 ha percepito 27mila euro, nel 2022 fino ad ottobre 39mila euro. Andrea Marchiori, avvocato, è l’assessore ai lavori pubblici: nel 2021 ha avuto un reddito imponibile di 63mila euro ai quali corrisponde una tassazione di ventimila. I redditi derivanti dall’attività amministrativa sono stati per il 2021 di 27mila euro mentre per il 2022, fino a ottobre, di 39mila. Per l’assessora comunale alle attività culturali Katiuscia Cassetta il reddito 2021 è stato di 29mila euro a fronte di una imposta di settemila. Il reddito da amministratrice è stato di 26mila euro mentre nel 2022 ad ottobre di 39mila euro. L’assessore comunale all’Urbanistica, l’architetto Silvano Iommi ha percepito dal Comune nel 2021 27mila euro mentre nel 2022 fino ad ottobre gli emolumenti sono stati pari a 39mila euro mentre la dichiarazione dei redditi 2021 dice che ha avuto un imponibile di 63mila euro per una imposta di 21mila euro.

La dichiarazione dei redditi

L’assessore comunale all’ambiente Laura Laviano, veterinaria, ha percepito per l’attività di amministratrice 26mila euro nel 2021 mentre nel 2022, sempre fino ad ottobre, le sono stati dati 39mila euro. Quanto alla dichiarazione dei redditi 2021 Laura Laviano ha dichiarato 28mila euro per una tassazione si settemila. Oriana Piccioni, commercialista, è l’assessora al bilancio e alle società partecipate: nel 2021 come amministratrice ha percepito 28mila euro mentre nel 2022, fino ad ottobre, il compenso è stato di 39mila euro. La dichiarazione dei redditi del 2021 ha visto un reddito imponibile di 55mila euro a fronte di una tassazione di 17mila euro. L’assessore comunale alla sicurezza e al decoro Paolo Renna, dipendente pubblico, nel 2021 ha percepito come assessore 27mila euro, passati nel 2022 (fino a ottobre) a 39mila euro. La dichiarazione dei redditi 2021 ha visto un imponibile di 29mila euro e una imposta di settemila. Infine l’assessore comunale allo sport e agli eventi Riccardo Sacchi, avvocato, ha avuto dal Comune emolumenti per 27mila euro e per 39mila nel 2022 (fino ad ottobre), la dichiarazione dei redditi del 2021 ha visto un reddito imponibile di 29mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA