Macerata e Recanati ufficializzano la partenza del biglietto unico cumulativo a prezzo agevolato: sette musei, un solo ticket

Sabato 9 Aprile 2022 di Lolita Falconi
Macerata e Recanati ufficializzano la partenza del biglietto unico cumulativo a prezzo agevolato: sette musei, un solo ticket

MACERATA  - «Superare le divisioni, rivalità e dimostrare che solo collaborando possiamo davvero valorizzare un patrimonio che purtroppo ancora in pochi conoscono». Parola dell’assessore alla cultura di Macerata Katiuscia Cassetta che accompagna così l’ufficializzazione dell’accordo con Recanati sul biglietto unico per i musei. Due città e sette musei con un unico ticket che sarà operativo da martedì 12 aprile a un prezzo agevolato.

 

I Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi, la Torre Civica e l’Arena Sferisterio per la città capoluogo e Villa Colloredo Mels, il Museo Regionale dell’Emigrazione Marchigiana, il Museo della Musica e Museo Beniamino Gigli e infine la Torre del Borgo con il Murec per lo splendido borgo di Recanati. 


Le due amministrazioni comunali, insieme alla società cooperativa Sistema Museo che gestisce i musei di Macerata Culture e Recanati Città dell’Infinito, propongono quindi a tutti i visitatori uno speciale biglietto unico che avrà validità di una settimana e permetterà di accedere a tutti gli spazi dei due circuiti museali. Il biglietto intero avrà un costo di 13 euro, il ridotto di 10 euro e sarà riservato a numerose categorie, dagli studenti universitari ai convenzionati Fai e Touring Club, solo per citarne alcune. 


I ragazzi fino a 13 anni avranno diritto al biglietto gratuito così come le persone diversamente abili insieme al loro accompagnatore. È previsto infine uno speciale biglietto Family (30 euro) riservato alle famiglie composte da due adulti e fino a tre ragazzi dai 14 ai 25 anni. Il ticket si potrà acquistare in tutte le biglietterie dei due circuiti. Lo scopo è quello di rendere sempre più vicine due città che sono il fiore all’occhiello del patrimonio storico artistico delle Marche. Un unico biglietto permetterà di vedere capolavori di Lorenzo Lotto e Carlo Crivelli, di salire in cima a due torri medievali, una cantata da Giacomo Leopardi e l’altra celebre per il suo orologio astronomico, ammirando lo straordinario panorama, di entrare in uno dei tempi della lirica come lo Sferisterio e perdersi nella magia della musica nei musei di Recanati. 


«Fare rete tra comuni è l’obiettivo che stiamo perseguendo per valorizzare e incrementare le azioni di promozioni turistiche del nostro territorio – dichiara l’assessore alle Culture e Turismo Rita Soccio - Lavorare insieme significa non solo avere più forza attrattiva verso i visitatori che scelgono le nostre città d’arte, ma significa anche poter raggiungere attraverso una diversa offerta, quella destagionalizzazione a cui tutti miriamo. Il biglietto unico tra i nostri musei è un risultato importante che sottolinea come il nostro patrimonio artistico culturale non ha colori quando si mira al bene comune delle comunità». Il prezzo agevolato è stato pensato per far conoscere il patrimonio di Macerata e di Recanati ai tanti visitatori, italiani e stranieri, che sempre di più vogliono scoprire le Marche ma anche per permettere ai residenti di ammirare le bellezze di cui è circondato con un solo biglietto. «Macerata è assolutamente aperta rispetto a sinergie tra Comuni che siano costruttive e di valorizzazione del territorio – conclude l’assessore al Turismo Riccardo Sacchi -. Il capoluogo e Recanati sono due città naturalmente vocate al turismo e alla cultura; non potevamo quindi non mettere in pratica una filosofia che promuove lo spirito inclusivo, aggregativo, di rete e di sistema del territorio».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA