Macerata, rapina con la pistola al bar:
i banditi finiscono subito in manette

Martedì 6 Marzo 2018

MACERATA - Rapina a mano armata al bar "Ninetto" in via Roma, catturata la banda di rapinatori. Dopo un'indagine lampo della polizia (poco più di un'ora per individuare i presunti responsabili), gli agenti hanno arrestato due uomini di 64 e 46 anni e denunciato a piede libero un cinquantaduenne. "Stiamo cercando di acquisire gli ultimi tasselli per ricostruire il suo ruolo nella rapina", ha spiegato ieri il capo della Squadra Mobile, il vice questore aggiunto Alessandro Albini. Gli arrestati sono un 64enne di origine campana ed un 46enne di Macerata. Il terzo uomo, denunciato a piede libero, è un 52enne di Porto Sant'Elpidio.  Il colpo è stato messo a segno domenica sera. Verso le 20 tre uomini a volto coperto, uno dei quali armato di pistola, sono entrati nel bar "Caffe' Roma" (conosciuto come "Ninetto") in via Roma dove, sotto la minaccia dell'arma, hanno intimato al barista, Giampaolo Pierigè di consegnargli il denaro che era nella cassa. In quel momento nel locale c'erano dei clienti ma si trovavano nella sala retrostante e non si erano accorti di nulla. I rapinatori sono quindi fuggiti con l'incasso (circa 2.800 euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA