Per il primario di Ortopedia a Macerata è pronta la terna, il primo è Roberto Procaccini. I nomi dei 26 infermieri assunti

Lunedì 3 Maggio 2021 di Luca Patrassi
L'ospedale di Macerata


MACERATA - La commissione di valutazione chiamata ad esaminare i profili dei candidati alla selezione per il nuovo direttore dell’unità operativa di Ortopedia e di Traumatologia dell’ospedale di Macerata ha chiuso i lavori ed ha inviato le proprie determinazioni alla direttrice dell’Area Vasta 3 Daniela Corsi.

 

 

In particolare la commissione ha valutato i nove medici che si sono presentati al colloquio finale ed ha indicato una terna di idonei per la scelta finale che è in capo - in base alla norma regionale - alla direttrice di Area Vasta. Di solito - la direttrice Corsi ha sempre agito in questo modo - viene nominato il primo indicato nella terna, diversamente il direttore che sceglie un altro motiva la decisione. La commissione ha chiuso i lavori lo scorso 15 aprile e dunque dovrebbe essere imminente il decreto di nomina del nuovo direttore che va a succedere all’ortopedico maceratese Gabriele Caraffa che è andato in pensione alla fine dell’anno scorso.

Il primo nella terna degli idonei è il maceratese, di origine e di residenza, Roberto Procaccini. Procaccini ha 44 anni, formazione universitaria alla Politecnica delle Marche e formazione professionale all’ospedale regionale di Torrette dove opera da dieci anni.

Sempre in tema di assunzioni c’è la determina dell’Area Vasta 3 che riguarda l’assunzione a tempo indeterminato di 26 infermieri: si tratta di Pignani Valentina, Zoccari Elisa, Baldassarre Erica, Cacchiarelli Marta, Rapari Lucia, Menghini Cecilia, Zuffati Eleonora, Ciarlantini Chiara, Mascolo Concetta, Taborri Matteo, Sansone Michele Matteo, Cornacchia Francesca, Manni Lucia, Coppari Arianna, Cupaiolo Antonio, Quaglietti Simona, Rucchi Sara, Rotellini Francesca, Capriotti Alessandra, Sisti Fabrizia, Crognaletti Giulia, Del Latte Costanza, Quarchioni Angelica, Palmitesta Marco, Orsili Silvia e Dinoi Jacopo.

Infine, sempre agli atti, la determina di valutazione positiva espressa dal direttore di Area Vasta, alla scadenza del semestre di prova espletato da Carlo Di Falco in qualità di direttore medico del presidio ospedaliero unico dell’Area Vasta 3: Di Falco dunque è, anche formalmente, il nuovo direttore medico del presidio ospedaliero dell’Av3 avendo superato positivamente - come sottolinea la dirigente Daniela Corsi - il periodo di prova previsto dalla normativa.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA