Piano delle assunzioni, via libera della giunta: 39 i posti da occupare, ecco in quali ruoli

Piano delle assunzioni, via libera della giunta: 39 i posti da occupare, ecco in quali ruoli
Piano delle assunzioni, via libera della giunta: 39 i posti da occupare, ecco in quali ruoli
di Luca Patrassi
4 Minuti di Lettura
Domenica 8 Maggio 2022, 06:55 - Ultimo aggiornamento: 15:28

MACERATA -  La giunta comunale ha appena approvato il piano occupazionale 2022-2024 del Comune, delibera assunta all’unanimità dei presenti (unico assente l’assessore Riccardo Sacchi) e presentazione di situazione ed obiettivi a cura dell’assessore con delega al personale Marco Caldarelli. Sono 39 le assunzioni previste complessivamente tra stabilizzazioni, nuovi ingressi e ruoli nuovi finora non presenti nella pianta organica dell’Ente municipale come il capo di gabinetto

 


Peraltro movimenti difficili in una situazione ingessata: se da un lato è caduta la norma che limitava il turnover a due assunzioni ogni cinque uscite, è però rimasto il tetto di spesa e dunque equilibri difficili da raggiungere in un panorama complicato. Un esempio può essere quello dei Servizi Tecnici che si trova ad affrontare, a ranghi ridotti, la marea montante ed asfissiante di pratiche e fascicoli legati alla ricostruzione, ai vari bonus, al Pnrr. Rileva l’assessore Marco Caldarelli che ha la delega al Personale: «L’amministrazione comunale ha fatto uno sforzo occupazionale significativo per affrontare le necessità impellenti ed ottimizzare le risorse. L’Ufficio Tecnico sta affrontando carichi di lavoro importanti legati ai privati, al post sisma, ai bonus vari, al Pnrr con due colonne come Colotti e Torresi che sono andati in pensione, è stato acquisito Cittadini e confermato Natalini, poi sono arrivati giovani tecnici che speriamo riescano ad ingranare ad un ritmo adeguato alla pressione che adesso c’è in ufficio. Poi in molti parlano della questione dei dirigenti: lo stato attuale dell’organico vede la presenza di un dirigente a tempo determinato per la polizia locale e l’ufficio demografico, due dirigenti a tempo indeterminato per Ragioneria, tributi, Suap, Europa, Sistemi informativi ed infine un dirigente a tempo determinato per il settore Sociale e Cultura che andrà in pensione a fine anno, la dirigente dell’Ambito territoriale sociale che risponde a diversi Comuni ed infine il segretario comunale». 


In sintesi: «Il Comune ha 360 addetti, il piano tiene appunto conto del tetto di spesa che è vincolato ai parametri dei due anni precedenti. Si è tenuto conto del fatto che la gestione culturale ha bisogno di essere rafforzata, è stato potenziato il servizio dei giardinieri, ci sarà un potenziamento dell’Ufficio stampa visto che due addette sono andate in pensione». Nel dettaglio il piano occupazione per il triennio 2022-.2024 prevede dieci figure riproposte e sono 5 operai (qualifica B1) per i quali è in corso la stabilizzazione, poi con procedure pubbliche un istruttore tecnico per impianti elettrici e termici (C1), un istruttore direttivo tecnico strutturista (D1), un istruttore informatico (C1), uno specialista social media (D1), un istruttore direttivo avvocato tramite convenzione con la Provincia. Poi sono previste otto stabilizzazioni: un webmaster (profilo D1), un istruttore amministrativo (C1), un istruttore direttivo (d1), un coordinatore teatrale (D1) e quattro assistenti sociali (D1). Due i dirigenti previsti: uno a tempo indeterminato per l’area Vigilanza con il ricorso a un concorso pubblico e l’altro a tempo determinato a progetto finanziato con i fondi del Pnrr per il settore Amministrativo. 


Tredici le nuove assunzioni e si tratta in questo caso di 3 istruttore direttivo amministrativo contabile che saranno assunti facendo ricorso allo scorrimento della graduatoria di un concorso, due istruttori contabili (C1) sempre con il ricorso a procedura concorsuale, due istruttori servizi demografici (c1), un operaio addetto al Verde (B1), un capooperaio (b3), un istruttore tecnico (c1), due istruttori direttivi tecnici (D1) , un agente di vigilanza (C1). Poi cinque assunzioni a tempo determinato con i fondi del Pnrr: un istruttore tecnico (c1), un istruttore amministrativo, un istruttore direttivo tecnico (ingegnere ( d1), un istruttore direttivo tecnico (architetto) (d1), un istruttore direttivo amministrativo (d1). Infine la figura nuova che il piano triennale occupazione prevede in pianta organica, vale a dire l’inserimento a tempo determinato di un Capo di gabinetto (qualifica D1).

© RIPRODUZIONE RISERVATA