Macerata, il pendolare dello spaccio
ingerisce ovuli di eroina e cocaina

Il pendolare dello spaccio
​ingerisce ovuli di eroina
e cocaina: arrestato
di Lorenzo Sconocchini
ANCONA - Ancora un corriere della droga sorpreso sulla rotta Ancona-Macerata, a conferma di un pendolarismo dei pusher fiorito da quando, con la bonifica delle tradizionali piazze dello spaccio maceratese seguita allo choc dell’omicidio di Pamela, i fornitori nigeriani di cocaina ed eroina hanno cominciato a tenersi alla larga dai giardini Diaz e dalla zona di Fontescodella, preferendo organizzare forniture a distanza.

Il pusher riceve i clienti in casa ma i poliziotti lo sorprendono: arrestato

Ma l’illusione di muoversi più liberamente partendo dal capoluogo dorico per smerciare dosi a Macerata (ma anche a Pesaro) s’è infranta di nuovo sui controlli disposti dal questore Claudio Cracovia per stroncare lo spaccio di stupefacenti. Così anche domenica - è il secondo caso in meno di 20 giorni - un giovane spacciatore nigeriano è stato seguito al capolinea di piazza Ugo Bassi e fermato appena salire su un autobus di linea diretto a Macerata, dopo aver ingerito ovuli con dentro eroina e cocaina.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 10 Ottobre 2019, 06:55 - Ultimo aggiornamento: 06:55