Più palestre e aule antisismiche, lavori per 3 milioni nelle scuole

Martedì 30 Giugno 2020
La storica sede della Provincia a Macerata
MACERATA -  Sono del valore di oltre tre milioni di euro le opere che la Provincia di Macerata sta effettuando per le scuole di Macerata, Recanati e Civitanova. Tutti interventi programmati molto prima della crisi sanitaria che ha investito il nostro Paese e che pertanto rispettano un piano di programma che l’Ente aveva pianificato per le manutenzioni straordinarie. «Sono cantieri decisi, progettati e appaltati negli anni scorsi - afferma il presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari -; alcuni sono sulla via di completamento, altri sono stati avviati recentemente. Rientrano nell’attività della nostra amministrazione che sistematicamente ha sempre pianificato interventi di edilizia scolastica e i finanziamenti provengono da bandi a cui abbiamo partecipato negli anni scorsi, mediamente due anni fa. Le risorse sono tutte extra-terremoto e non riguardano le attività della ricostruzione; invece, per i provvedimenti che conosciamo solo da qualche ora, dopo mesi di attesa, del piano scuola, è chiaro il tentativo del Governo di gettare addosso la propria responsabilità a dirigenti scolastici e amministratori locali. Tutto questo è inaccettabile».

 
 
La Provincia di Macerata negli anni ha effettuato importanti investimenti per l’edilizia scolastica tra ristrutturazioni, ampliamenti, miglioramenti sismici e manutenzioni. Proprio un ampliamento è quello che interessa l’Istituto Tecnico Industriale “E. Mattei” di Recanati, dove un anno fa è stato avviato il cantiere per costruire un nuovo edificio che ospiterà cinque aule, servizi igienici e un piccolo ripostiglio. L’importo del progetto è di 850mila euro e la costruzione viene realizzata nel pieno rispetto della normativa sismica, rispettando i canoni di efficienza energetica e prevedendo in futuro, un allargamento in elevazione per altri due piani fuori terra, sempre da destinare ad aule didattiche e servizi, fino a raggiungere la stessa quota del blocco aule adiacente. Le fondamenta, infatti, sono state realizzate in modo da garantire la futura costruzione degli ulteriori due piani.
A Civitanova Marche, la Provincia ha approvato il progetto esecutivo, per un importo di 565mila euro, che riguarda il miglioramento sismico dell’Ipsia “F. Corridoni”, che ha sede in viale Villa Eugenia. L’intervento interessa lo stabile principale; quello dei laboratori è oggetto di altri interventi di manutenzione da parte dell’amministrazione provinciale, separati da questo progetto. I lavori sono già appaltati ma in attesa della autorizzazione sismica del Genio civile, richiesta da tempo.

A Macerata sono numerosi i cantieri, tra quelli conclusi e quelli in fase di ultimazione. All’Istituto Agrario sono ultimati i lavori di asfaltatura della strada che conduce alla scuola per un importo di 50mila euro, mentre sono in corso le opere di recupero di alcuni locali per realizzare la biblioteca. L’intervento, avviato lo scorso anno, ha un valore di 60 mila euro. Infine c’è l’adeguamento sismico della palestra: in questo caso il valore del progetto è di 525mila euro e i lavori sono già appaltati, ma in attesa della autorizzazione sismica del Genio civile, richiesta da tempo. Adeguamento sismico pure per le due palestre dell’Istituto Tecnico Commerciale “Gentili”. I lavori, di 533 mila euro di importo, hanno interessato il rinforzo del telaio in calcestruzzo armato e di alcune travi e pilastri; inoltre si è provveduto nella esecuzione di alcuni cordoli di fondazione, nella sostituzione degli infissi e nel rifacimento della pavimentazione con la realizzazione dell’impianto di riscaldamento a pavimento. A questi si aggiunge una manutenzione straordinaria per circa 50 mila euro. Interventi di manutenzione, ma all’esterno dello stabile, interessano pure l’IIS “Matteo Ricci” per 40 mila euro. Il quadro maceratese si conclude con il Liceo Scientifico dove sono in corso i lavori di messa in sicurezza della palestra per 50 mila euro e una manutenzione all’esterno per altri 50 mila euro. Inoltre, nei prossimi giorni saranno consegnati i lavori di miglioramento sismico dell’istituto per ulteriori 300 mila euro. © RIPRODUZIONE RISERVATA