Macerata, Palazzo Costa perde ancora pezzi di cornicione: ragazzo salvo per pochi centimetri

Lunedì 29 Giugno 2020 di Luca Patrassi
Macerata, Palazzo Costa perde ancora pezzi di cornicione: ragazzo salvo per pochi centimetri

MACERATA - Palazzo Costa concede il bis, tanto sgradito quanto maledettamente rischioso. L’altra notte, poco dopo le due, è caduto un altro pezzo di cornicione da una delle finestre del palazzo sul lato di via Gramsci. Esattamente davanti al bar Cabaret, dirimpetto alla sede centrale delle Poste. Il titolare era passato – come racconta – quattro o cinque secondi prima ed era entrato nel locale per sistemare i tavolini esterni e procedere alla chiusura. Questione di secondi per Giorgio Ripari e questione invece di pochi centimetri per un ragazzo che è passato proprio mentre crollava a terra il pezzo di cornicione sotto gli occhi atterriti di una coppia che ha visto l’attimo finale della scena. 

LEGGI ANCHE:
Schianto in scooter contro un'auto: grave un ragazzo di 20 anni

La lunga notte delle babygang, un ragazzino lanciato in mare. Almeno sei zuffe tra bande di minorenni

Attimi di terrore, sollievo per lo scampato pericolo, ma anche una buona dose di rabbia, visto che è il secondo episodio per lo stesso palazzo nel giro di quindici giorni. La prima volta era accaduto sul lato opposto del palazzo, all’angolo di vicolo Costa. Anche allora intervento dei vigili del fuoco per verificare la situazione e garantire la sicurezza del passaggio.
 
La scorsa notte, oltre ai vigili del fuoco, sono intervenuti anche i carabinieri. L’area è stata transennata, il bar chiuso, ma si tratta di azioni dovute prese nell’immediatezza di un fatto che avrebbe potuto “benissimo” tramutarsi in tragedia sulla scia di quanto accaduto di recente a Varese con una mamma e due suoi bambini uccisi dal crollo di un cornicione di un palazzo sotto cui stavano camminando. Siccome prevenire è meglio che curare, è possibile che i vigili del fuoco di Macerata possano aver suggerito alla proprietà del palazzo l’adozione di misure idonee a tutelare la sicurezza. 

La sistemazione
Va ricordato che il palazzo Costa è inagibile per effetto dell’ultimo terremoto del 2016 e dunque in attesa del varo del progetto di sistemazione. Un intervento che, visti i tempi con cui sta procedendo la ricostruzione non lascia per niente intravedere tempi brevi. Anche per questa ragione, quindi, nell’attesa dei fondi pubblici, vanno adottate tutte le iniziative idonee ad evitare episodi come quelli accaduti a distanza ravvicinata a Palazzo Costa. Tanto più che il palazzo si trova in una delle zone più frequentate del centro storico, e affidarsi alla buona stella sarebbe a dir poco imprudente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA