San Giuliano, obiettivo bancarelle in centro. L'assessore comunale Laviano: «Ci stiamo lavorando con gli uffici»

L'assessore Laviano
L'assessore Laviano
di Giulia Sancricca
4 Minuti di Lettura
Domenica 12 Giugno 2022, 08:30

MACERATA - Amministrazione e uffici al lavoro per riportare la fiera di San Giuliano nel centro di Macerata. La festa del patrono sarà l’apice di una serie di iniziative organizzate dalla giunta Parcaroli per l’estate. Tra queste anche una sfilata per mettere in mostra tutti i negozi della città. Ad annunciare le novità che riguarderanno il capoluogo nei prossimi mesi è l’assessore alle Attività produttive, Laura Laviano, che parte appunto dall’impegno per il ritorno della tradizionale fiera del santo patrono nel cuore della città.

 
«È ancora tutto in itinere - spiega - . Sto lavorando con l’ufficio comunale per riportare le bancarelle in centro. Ovviamente siamo impegnati per studiare tutte le norme necessarie in tema di assegnazione dei posti. Bisognerà poi vedere la fattibilità dell’idea anche dal punto di vista tecnico: io ho dato questa indicazione all’ufficio, poi quando ci sarà l’assegnazione dei posti alle bancarelle, quelle che non hanno un luogo prestabilito potrebbero ritornare in centro. Dobbiamo coordinare tutto con la polizia locale e gli uffici tecnici - precisa Laviano - perché attualmente il centro storico è un cantiere a cielo aperto e dobbiamo fare tutto in sicurezza».

Proprio in tema di bancarelle, l’assessore interviene nuovamente per chiarire un aspetto su cui, nei mesi scorsi, avevano insistito alcuni commercianti: spostare gli ambulanti del mercato settimanale del mercoledì lungo corso Cavour. Laura Laviano, però, ribadisce la contrarietà dell’amministrazione, motivando la decisione. «Si tratta di una via di ingresso per Macerata e in nessuna città d’Italia il mercato può essere posto in una strada così importante. È una questione logistica: non è fattibile. Finché parliamo della fiera del patrono non ci sono problemi, così come le altre fiere che spesso vengono organizzate nei giorni festivi: l’assenza del flusso degli studenti e dei dipendenti pubblici rende più snella la viabilità e le criticità si riducono. Ma per il mercato settimanale non è una soluzione attuabile». 


Sempre sul fronte del commercio, poi, è previsto il raddoppio dei centri commerciali naturali in città, grazie a ingenti fondi regionali per alcuni progetti a sostegno dei negozi maceratesi. «È già partito il secondo bando per i centri commerciali naturali - annuncia - e hanno già mostrato interesse alcuni esercenti di piazza Pizzarello e corso Cavour. Successivamente, grazie ai fondi Por che arriveranno tra ottobre, settembre e febbraio, si metterà mano anche a piazza Mazzini per uniformare i dehors, troppo diversi tra di loro. Sempre in questa piazza ci impegneremo per sistemare anche il parcheggio, così da dare spazio a chi l’ha richiesto e restituire un’immagine più decorosa alla porta di ingresso alla piazza».

Una novità per l’estate 2022 riguarda tutti i negozi di Macerata, non solo quelli del centro. «Si sta andando avanti per organizzare iniziative estive - annuncia - . Una di queste sarà realizzata con l’aiuto di Confartigianato: si tratta di una sorta di sfilata a cui potranno partecipare tutti i commercianti della città. Non solo abbigliamento, ma anche accessori». La data dovrebbe essere il 13 luglio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA