Studenti derubati all’Istituto salesiano durante la lezione di educazione fisica

Domenica 26 Settembre 2021 di Marco Pagliariccio
Studenti derubati all Istituto salesiano durante la lezione di educazione fisica

MACERATA  - Furto ai danni di studenti del Liceo artistico ospiti dell’Istituto salesiano. Dalla ricostruzione dei fatti, alcune delle classi che provvisoriamente sono dislocate nello stabile di viale Don Bosco si erano recate in palestra per le ore dedicate all’educazione fisica. Come di consueto, i ragazzi avevano lasciato borse e indumenti negli spogliatoi, luogo tradizionalmente al riparo da rischi. 

 


Al rientro i giovanissimi hanno trovato una brutta sorpresa: qualcuno si era introdotto all’interno delle stanze facendo razzia di portafogli, cellulari, bigiotteria e altri piccoli oggetti di valore. Il dirigente scolastico Claudio Mengoni ha subito informato i carabinieri del fatto e le indagini proseguono a ritmo serrato. Come detto, diverse classi dell’istituto Cantalamessa, visto il via dei lavori per l’adeguamento sismico dell’istituto d’arte, si sono trovati catapultati alla Casa Salesiana, dove resteranno verosimilmente per i prossimi due anni. Più precisamente, si tratta di otto classi e circa 160 alunni che dallo scorso 15 settembre si trovano appunto a dover fare lezione negli spazi di viale Don Bosco.

Spazi da sempre a vocazione scolastica o quantomeno legata al mondo dei giovani. Qui nel 2015 trovò ospitalità il liceo classico per via dei lavori di miglioramento sismico e sempre qui c’era in programma di traslocare una parte dello Scientifico, ma il terremoto del 2016 cambiò completamente la situazione per l’organizzazione delle scuole in tutta la città. Sempre ai Salesiani si doveva spostare anche l’Ipsia in modo temporaneo ma non è stato possibile. 


Non è la prima volta che la sede dei Salesiani è teatro di piccoli furti e atti vandalici. Più volte negli anni sono stati colpiti tanto l’edificio oggi adibito a sede distaccata delle scuole cittadine, quanto il cineteatro e la palestra. Per quanto riguarda il raid messo a segno venerdì scorso, i militari dell’Arma hanno effettuato un sopralluogo e resta ora da seguire l’evolversi delle indagini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA