Fiera di San Giuliano, prova superata ma la pioggia rovina la festa. Green pass e mascherine, poche multe

Mercoledì 1 Settembre 2021
Fiera di san Giuliano, prova superata ma la pioggia rovina la festa. Green pass e mascherine, poche multe

MACERATA -  Il San Giuliano “in sicurezza” ha chiuso l’edizione 2021 tra giudizi contrastanti sia tra le bancarelle, che tra i presenti alla fiera. Una fiera che in serata è stata caratterizzata anche dalla pioggia, con conseguente fuggi fuggi generale. Molte le persone che dalla mattinata di ieri hanno approfittato del bel tempo per gli acquisti al mercato, confermando il buon risultato del pomeriggio precedente, seppur con alcuni distinguo riguardanti soprattutto l’area di piazza Mazzini rimasta piuttosto isolata dal resto della manifestazione. 

 


Il timore delle mascherine e del green pass ha bilanciato quello più incontrollabile del meteo: tra le gente e gli esercenti c’è sostanziale parità di giudizio tra quanti avanzano critiche all’obbligo delle disposizioni adottate e chi invece si ritiene soddisfatto viste le difficoltà del momento storico caratterizzato dall’emergenza da Coronavirus. 


«Secondo me ci sono state troppe restrizioni che hanno riguardato soprattutto il settore gastronomico, soprattutto verso chi vive di assaggi o chi vende zucchero filato per i bambini, oppure le caramelle - ha spiegato Francesco Biondi, collaboratore di un espositore di pelletteria e cappelli di Montappone -, questo ha snaturato un po’ la fiera nei confronti dei bambini, per il resto probabilmente c’è stata un po’ meno gente rispetto agli altri anni, ma non ho notato una differenza così rilevante». Aveva minori aspettative invece Federico Bardeggia dello stand pesarese della ricambi “Suaza”: «Credevo in un andamento peggiore - ha detto -, un grande calo non c’è stato, certo ci sono state fiere con afflussi migliori, ma vista la pandemia non c’è tutta questa differenza ed è andato tutto in modo regolare. Sono stato più preoccupato della pioggia».

Pioggia che nel tardi pomeriggio è puntualmente arrivata. Negativo altresì il giudizio di Paolo Pantaloni, gestore della bancarella di dolciumi con la moglie Franceschini Canciello: «La fiera è stata rovinata dal green pass così come accaduto in altre città - ha affermato -, le gente ha paura di uscire e di spendere, forse abbiamo lavorato di più lo scorso anno, quando il posteggio è costato anche meno. Tra le difficoltà per le persone segnalo anche l’assenza di bagni chimici». 


Preso letteralmente d’assalto invece lo stand di arancini e cannoli siciliani dell’azienda “Unico” (“bambino” in dialetto locale): «Per noi è il terzo San Giuliano - ha raccontato Ivan Cipolloni - la gente ci aspetta e ci viene a trovare con piacere per gustare delle nostre eccellenze. Sia ieri che oggi abbiamo avuto un buon riscontro anche grazie ai nostri clienti abituali. La gente c’è e risponde sempre». Per tutta la giornata della festa patronale sono continuati i controlli della Polizia Municipale, come già registrato il 30 agosto, tra i 173 ambulanti (questo il numero ufficiale) e relativa clientela: «Siamo contenti che le persone abbiamo recepito il messaggio, indossando tutti la mascherina e avendo comportamenti corretti - ha rilevato il comandante Danilo Doria -, nei controlli effettuati alla mezzanotte del 30 agosto, sono state 211 le persone e gli ambulanti a cui è stato controllato il possesso del green pass e 706 quelle fermate per l’uso della mascherina. Abbiamo elevato un solo verbale per assenza della certificazione, due invece le sanzioni per il mancato uso di mascherina e una per detenzione di vetro e lattine». 


«In tarda serata anche una denuncia penale per un intervento su segnalazione in Galleria Luzio dove un gruppo di persone stava creando problemi e per la cui l’identificazione è stata necessaria anche la presenza della Polizia di Stato. Tolto questo episodio è andato tutto bene». Presente in città anche il Comandante della Polizia locale di Tolentino Davide Rocchetti insieme all’Unità cinofila antidroga che ha incontrato l’assessore maceratese alla sicurezza Paolo Renna: «Bene la collaborazione tra Istituzioni - ha sottolineato -, è solo l’inizio di un percorso che proseguirà in modo costante grazie al contributo della Polizia locale». San Giuliano positivo anche sotto l’aspetto delle tradizioni: sold out i fischietti in terracotta venduti dal Centro italiano femminile e ottimi risultati anche allo stand enogastronomico della Pro Loco Macerata in piazza della Libertà.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA