Macerata, con l’ex Upim rinasce anche il centro: brand di prestigio e locali riqualificati

Macerata, con l ex Upim rinasce anche il centro: brand di prestigio e locali riqualificati
Macerata, con l’ex Upim rinasce anche il centro: brand di prestigio e locali riqualificati
di Mauro Giustozzi
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 13 Luglio 2022, 06:05

MACERATA - Meno di due mesi al termine dei lavori nei locali dell’ex Upim di Galleria del Commercio con un’azione duplice, privato per la ristrutturazione dell’immobile e pubblico con un intervento di servizio che porterà all’abbattimento delle barriere architettoniche ed alla creazione di un corridoio di collegamento tra la Galleria e vicolo Ferrari.  «Una volta conclusi tutti gli interventi si potrà accedere al centro storico utilizzando le scale, questo nuovo corridoio ed anche l’ascensore che sarà però l’ultimo intervento che il Comune effettuerà in una seconda fase», sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici, Andrea Marchiori. 

L'intervento

«Dopo l’approvazione in consiglio comunale dell’acquisizione delle porzioni di locali da parte del Comune - prosegue Marchiori -, i nostri operai sono al lavoro per la rigenerazione dell’ingresso al piano S1 e la realizzazione del corridoio di collegamento con vicolo Ferrari. Stiamo intervenendo su pareti e soffitto, il pavimento è stato già ultimato: chi entra in Galleria del Commercio si troverà un percorso in piano che sboccherà in vicolo Ferrari e viceversa. Stiamo intervenendo in simbiosi con la ditta Cardinali in modo che la ristrutturazione sia uniforme sia nelle opere che realizziamo nelle proprietà comunali che in quelle del privato. Il lavoro che si sta effettuando non è di poco conto: è stata eliminata la grande serranda in ferro che c’era su vicolo Ferrari, i lavori interni sono stati consistenti. Questo percorso sarà poi sempre aperto, anche quando le nuove attività commerciali osserveranno la chiusura. Diamo così avvio al piano di recupero della Galleria, con abbattimento delle barriere architettoniche». 

Il passaggio pedonale


Oltre al nuovo ascensore che verrà installato da parte del Comune l’obiettivo è quello di rigenerare completamente anche tutto il passaggio pedonale da via Armaroli a Galleria del Commercio e quindi il cuore della città. «Resta da fare il controsoffitto con i nuovi faretti ma sono certo che l’intervento si concluderà in tempo per l’apertura dei locali ex Upim, prevista a settembre – ribadisce Marchiori -. Si tratta di un inizio di rigenerazione di questo passaggio di ingresso alla città, in particolare l’area di via Armaroli che è stata vandalizzata con murales e vetri rotti. L’impegno profuso e la qualità del lavoro sono un orgoglio per tutta l’amministrazione e la cittadinanza». Autunno che segnerà anche la riapertura di una parte dei locali ex Upim la cui ristrutturazione da parte della ditta di Marco Cardinali prosegue senza intoppi con una definizione oramai pianificata degli spazi che saranno occupati da tre attività pronte ad insediarsi in Galleria del Commercio. 

Gli affitti


Un grande gruppo nazionale italiano ha definito l’affitto di gran parte del piano che si affaccia su corso Matteotti, un franchising milanese ha acquisito un’altra porzione dello stesso piano nobile mentre in quello S1 troverà posto intanto una catena di lavanderie a gettone che sbarcherà in città per la prima volta. «Contiamo di consegnare i locali come previsto a settembre – dice il proprietario Marco Cardinali - almeno per quanto riguarda i primi 250 metri del locale che si affaccia su corso Matteotti. Quello è il periodo che ci ha richiesto l’azienda, di cui non posso però ancora fare il nome essendo vincolato dal contratto sottoscritto, che avrà altri 45 giorni a disposizione per sistemare internamente i locali e procedere all’apertura del negozio». «Quello che posso dire - continua - è che sarà una sorpresa perché il marchio è davvero prestigioso. Nella parte finale del piano principale, per circa 120 mq, aprirà un franchising, la Skin Medic, che opera nel campo medico-estetico, altamente specializzata nei trattamenti di foto epilazione laser, nei trattamenti per la pelle del viso e del corpo con apparecchiature ad alto contenuto tecnologico. Qui rimarrà un locale di 70 mq la cui destinazione sarà di affitto a sé oppure di collegamento con il piano inferiore con una scala, dove abbiamo altri 90 mq. Così da poter creare un nuovo spazio da affittare per una metratura complessiva di 120/160 mq». Nel piano S1 sono previsti altri tre locali, uno dei quali in prossimità dell’ingresso che ha già una sua definizione con l’affitto, su circa 100 metri quadrati, di una lavanderia automatica a gettoni della catena Speed Queen. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA