Bolletta pagata con 2 giorni di ritardo: tagliato il gas alla famiglia terremotata

Bolletta pagata con 2 giorni di ritardo: tagliato il gas alla famiglia terremotata
Bolletta pagata con 2 giorni di ritardo: tagliato il gas alla famiglia terremotata
3 Minuti di Lettura
Martedì 28 Giugno 2022, 03:00

MACERATA «Negli ultimi giorni abbiamo ricevuto nel nostro sportello richieste di consulenza e assistenza per quanto riguarda le bollette di energia elettrica e gas». A parlare è Benedetta Piermattei, presidente provinciale di Federconsumatori, che entra subito nel merito. «Il problema nasce dal fatto che i residenti del cratere sismico si trovano in seria difficoltà visto che devono pagare sia le rate delle fatture sospese per un periodo di 5 anni sia le nuove fatture, con gli aumenti dei costi dell’energia ben noti a tutti».

 
La situazione «Senza dimenticare - prosegue Piermattei - l’addebito cumulativo degli importi relativi al canone Rai riferiti a tutti gli anni di sospensione della fatturazione. In alcuni casi l’utenza si è trovata a dover scegliere se pagare le rate pregresse o le nuove fatture, trovandosi nell’impossibilità di pagare entrambe. Segnaliamo che un’azienda ha disalimentato le forniture di gas nonostante i cittadini, attraverso il nostro supporto, avessero provveduto a segnalare la difficoltà e a tentare una trattativa economica al fine di sanare la momentanea morosità. In un caso una rata era stata pagata con soli due giorni di ritardo. Abbiamo provveduto a segnalare debitamente i casi in cui non era neanche stato seguito l’iter previsto dalla normativa vigente per il distacco della fornitura (prima un sollecito bonario poi una raccomandata con preavviso di sospensione). La Federconsumatori di Macerata resta a disposizione per assistenza e richieste di informazioni, nel contempo invitiamo le aziende a tenere conto della straordinaria difficoltà in cui si trova la popolazione del nostro territorio ritenendo inaccettabile disalimentare una fornitura di gas per ritardi irrisori e debitamente segnalati al fine di procedere ad un’equa trattativa. La nostra associazione continuerà a vigilare affinché i comportamenti discutibili di alcune aziende non mettano in seria difficoltà la popolazione già duramente provata. Invitiamo i cittadini a segnalare eventuali problematiche».

© RIPRODUZIONE RISERVATA