Scatta la corsa alle terze dosi: è assalto agli hub vaccinali. In tanti in coda anche senza prenotazione

Scatta la corsa alle terze dosi: è assalto agli hub vaccinali. In tanti in coda anche senza prenotazione
Scatta la corsa alle terze dosi: è assalto agli hub vaccinali. In tanti in coda anche senza prenotazione
di Emanuele Pagnanini
4 Minuti di Lettura
Martedì 28 Dicembre 2021, 10:23

MACERATA  - Centri vaccinali presi d’assalto dopo Natale e Santo Stefano. Caos e disagi a Piediripa e Civitanova con centinaia di persone, la maggior parte senza prenotazione, in coda all’esterno della struttura per la terza dose. A Macerata gli utenti hanno dovuto sopportare una pioggia insistente; a Civitanova invece hanno dovuto schivare tir in manovra. Uno, sin dalla mattina, è rimasto bloccato tra auto parcheggiate e pedoni.

Un mezzo proveniente dalla Spagna che ha impiegato diverse ore prima di poter riprendere il viaggio. Ma nel centro spedizionieri operano diverse aziende, molte delle quali di corrieri che usano mezzi agili e veloci. E quindi il rischio di incidenti è elevato. 


Una convivenza, quella tra hub vaccinale e spedizionieri, che è stata complicata sin dalle prime ore. L’amministrazione comunale aveva scelto l’ex magazzino delle Farmacie Comunali una volta scaduto l’appello con il privato proprietario del precedente spazio. Ma si trova tra le “ribalte” dove caricano e scaricano decine di camion al giorno. Da giorni si cerca una nuova sede. Finora nessuna manifestazione di interesse è arrivata alla Regione, che ha emanato un appello per nuovi hub, tra cui a Civitanova. Ieri anche la direttrice dell’Av3 Daniela Corsi era presente al centro vaccinale. Diverse le telefonate al sindaco per avere novità in merito ad una nuova sede. L’ideale sarebbe un capannone in zona industriale, facilmente raggiungibile e con ampi parcheggi. Ma manca la disponibilità dei privati. Si è pensato anche al Civita Center ma in quel caso c’è la convivenza con la struttura commerciale cinese dell’Eco Mercatone.

La Corsi, intanto, ha inviato una nuova mail all’Asur chiedendo medici vaccinatori. Ha lanciato anche due appelli; uno a medici di medicina generale in pensione, affinché si mettano a disposizione per le somministrazioni per qualche ora; un altro ai farmacisti che possano dare una mano ai centri vaccinali. A Civitanova la situazione è migliorata nel pomeriggio con l’ausilio della polizia locale che ha impedito l’accesso in auto all’interno degli spazi del centro spedizionieri. A Piediripa centinaia di persone in coda sotto la pioggia. Anche in questo caso, quasi tutte senza prenotazione. La piattaforma dà disponibili date dopo febbraio, quando per molti il Green pass è già scaduto. Qualche altro ha approfittato di giorni in cui non si lavora. E poi i centri vaccinali hanno riaperto dopo due giorni di chiusura. In aggiunta a queste situazioni, anche il fatto che il camper vaccinale non effettua fermate in provincia dal 23 dicembre scorso. 


Dunque ieri c’è stato un assalto senza precedenti. Qualcuno ha fatto anche più di 4 ore di fila per poter avere la terza dose. Ampiamente superate le 500 somministrazioni che solitamente vengono effettuate in un giorno. Tra quelli che ieri si sono recati all’hub di Piediripa, anche il sindaco Sandro Parcaroli che ha ricevuto la terza dose intorno alle 11.30. Postata la foto sui social con l’invito a vaccinarsi. Intanto l’Asur invita a rispettare la data di prenotazione. Se si anticipa la vaccinazione almeno cancellare quella precedente in modo da liberare il posto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA