Il Covid entra a Palazzo Sforza, dipendente comunale infettato. Altre classi in quarantena

Giovedì 15 Ottobre 2020 di Alessandra Bastarè
Palazzo Sforza a Civitanova

MACERATA - Il Covid-19 entra a palazzo Sforza a Civitanova. Le persone in isolamento domiciliare raggiungono quota 1234; ieri il Servizio Sanità della Regione Marche ha registrato 38 nuovi contagi in Provincia. Ieri è risultato positivo un dipendente del Comune di Civitanova.

 

Il sindaco Fabrizio Ciarapica ha tranquillizzato sulla situazione. «Stiamo monitorando la situazione e ci siano attivati per la ripresa significativa dei contagi – ha detto il primo cittadino -. Per quanto riguarda il dipendente in Comune – che lavora da solo - non risultano grossi problemi al momento; abbiamo già provveduto alla sanificazione dei locali e tutti i protocolli vengono rispettati nel massimo della sicurezza». 
Al momento non risulta avviato lo screening per altri dipendenti ma solo per i contatti stretti e per i famigliari della persona contagiata a palazzo Sforza. Anche a Loro Piceno, nel fine settimana, è risultato positivo un dipendente comunale. «La persona sta bene e ci siamo subito adoperati per far fare i tamponi a tutti i colleghi e sono tutti negativi» ha annunciato il sindaco Robertino Paoloni. Sarebbero risultati positivi anche alcuni dipendenti di un altro ufficio pubblico di Macerata. Continuano intanto a essere attenzionati gli istituti scolastici della Provincia. 
All’Ite Corridoni di Civitanova un docente è risultato positivo e tre classi di trovano ora in quarantena come disposto dall’Asur in attesa di tampone. All’istituto Da Vinci sempre della città costiera sono state messe in isolamento altre due classi oltre ai contagi precedenti; a comunicarlo tramite il sito istituzionale della scuola la dirigente Valentina Cannizzaro. «È giunta comunicazione ufficiale di quarantena cautelativa per due nostre classi e cioè 27 studenti della classe 1^A e sei loro docenti, nonché 22 studenti della 1^B e un loro docente» si legge nella nota. Positivo anche uno studente della scuola secondaria dell’istituto comprensivo Paladini di Treia. «Sono state attivate tutte le procedure e i compagni di classe e i docenti del soggetto risultato positivo dovranno osservare pochi giorni di quarantena dato che lo studente non rientrava in classe da dieci giorni proprio perché presentava dei lievi sintomi e il suo medico lo aveva messo in isolamento» ha spiegato il sindaco Franco Capponi. 
Confermata la positività anche della maestra delle scuole elementari di Caldarola; la donna, nel fine settimana, era risultata positiva al test sierologico e aveva effettuato poi il tampone. In quarantena le classi seconda e terza elementare. Classe in quarantena anche all’istituto comprensivo Lanzi di Corridonia in attesa della comunicazione ufficiale dell’Asur dopo che una persona è risultata positiva dopo aver effettuato un tampone privatamente. Un positivo anche alle medie di Monte San Giusto, classe in quarantena fino al 17 ottobre. L’alunno non andava a scuola da qualche giorno. Continuano intanto a salire i casi di contagio nel Maceratese; ieri il Servizio di Sanità ha registrato 38 nuovi casi in Provincia sui 166 complessivi in Regione. Sono invece 1234 le persone in isolamento domiciliare fiduciario – più 120 rispetto al giorno precedente -; di questi 129 presentano sintomi mentre 14 sono operatori sanitari.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA