Indebito utilizzo della "Carta del docente": sanzionati due esercizi commerciali e 31 insegnanti

Mercoledì 30 Giugno 2021
La Guardia di Finanza al lavoro

MACERATA -  I finanzieri della Compagnia di Macerata hanno effettuato una serie di controlli finalizzati a verificare il corretto utilizzo della misura agevolativa denominata “Carta del docente”, che si pone l’obiettivo di attribuire ai docenti, di ogni ordine e grado, una specifica provvidenza da utilizzare per il proprio aggiornamento professionale. L’importo previsto, pari a 500 euro, viene reso disponibile tramite carta elettronica per ciascun anno scolastico, a partire da quello 2015/2016.

I controlli in parola, che hanno preso spunto da una attività di analisi effettuata dal Nucleo speciale spesa pubblica e repressione frodi comunitarie della Guardia di Finanza di Roma, hanno riguardato due esercizi commerciali della provincia, accreditati presso il Miur, i quali, nel corso dell’anno 2018, hanno venduto beni a docenti fruitori dell’agevolazione. Dalle attività ispettive è emerso che i docenti avrebbero acquistato beni diversi da quelli consentiti dalla norma. A ciascuno di essi è stata pertanto applicata una sanzione che prevede il pagamento di una somma di denaro pari al triplo del valore del buono speso irregolarmente, mentre i due commercianti si sono visti applicare la sanzione cumulativa di circa 5.600 euro l’uno e di oltre 35.000 euro l’altro. All’esito del servizio, è stato attivato il Miur affinché proceda all’azione di blocco e recupero delle fruizioni indebite acclarate nell’ambito delle attività svolte.

Coronavirus, risalgono i positivi: sono 15 nelle Marche, la metà in una sola provincia/ Il trend dei contagi

Ultimo aggiornamento: 14:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA