A Collevario lavori ancora da iniziare, la Cluentina giocherà all’Helvia Recina

Lunedì 2 Agosto 2021 di Mauro Giustozzi
Il campo sportivo di Collevario

MACERATA - Non c’è più il Matelica ma all’Helvia Recina la nuova stagione calcistica inizierà con due squadre: la Maceratese e la Cluentina.

 

 

La società di Piediripa, infatti, visto che i lavori di adeguamento dell’impianto di Collevario non sono ancora iniziati e mancano poco più di quaranta giorni al via del torneo di Promozione fissato per il 12 settembre, sarà costretta ad emigrare nello stadio di via dei Velini per disputare le prime partite di campionato, in alternanza con la Rata, fino a quando il cantiere sarà terminato ed il campo sportivo di Collevario omologato e collaudato per disputarvi le gare ufficiali.
Amministrazione comunale e società Cluentina, che ha la gestione provvisoria dell’impianto sino al prossimo 31 dicembre, assicurano che presto sarà insediato il cantiere ma, essendo arrivato agosto mese dedicato a ferie e chiusure di molte attività, è facile prevedere lo slittamento di conclusione delle opere da realizzare ben oltre la data di inizio della stagione calcistica. «Da parte del Comune ci è stato a più riprese assicurato che a breve inizieranno i lavori a Collevario –afferma il presidente della Cluentina, Massimiliano Marcolini- tanto che noi, all’atto dell’iscrizione in Figc della squadra al prossimo campionato di Promozione, abbiamo inserito la richiesta di autorizzazione ad usare lo stadio Helvia Recina, ovviamente in alternanza alla Maceratese, fino a quando non sarà pronto l’impianto di Collevario. I lavori da fare al campo sportivo dove giocheremo le partite interne non sono enormi, ma siamo entrati nel mese di agosto e quindi, iniziando il 12 settembre la stagione, credo che si farà fatica ad avere l’impianto pronto ed omologato per l’inizio del campionato. Credo che i lavori non si concluderanno prima di fine settembre primi di ottobre, per cui la presenza della Cluentina all’Helvia Recina sarà marginale perché poi utilizzeremo come previsto il campo di gioco di Collevario». Per quanto riguarda i lavori da effettuare per ottenere l’omologazione alla disputa di partite del torneo di Promozione, l’amministrazione comunale provvederà ad aggiungere su tutta l’area la giusta quantità di intaso e a renderlo omogeneo, a proteggere con materiale morbido antinfortunistico i tubi tendirete ancorati a terra, i pali di recinzione interni e i blocchi di cemento presenti nell’area, a sistemare i dossi e gli avvallamenti in alcune zone del campo, a sostituire il dischetto per i rigori che si trova sul lato degli spogliatoi dell’impianto e a sistemare il manto in erba artificiale bianca sulle linee di tracciatura semipermanenti. 
Il campo di Collevario avrà anche uno spazio riservato al pubblico, per una capienza massima di 200 spettatori, che verrà realizzato lungo il lato ovest dell’impianto così da essere separato dal percorso che conduce agli spogliatoi sia dei giocatori che degli arbitri. L’area individuata, che verrà delimitata con una recinzione metallica plastificata, è sopraelevata rispetto alla quota del terreno di gioco grazie a due gradoni che, per la loro conformazione, permetteranno un’ottima visione. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA