Il dirigente della Pallavolo Macerata, Claudio Valenti, stroncato da una malattia a soli 54 anni

Mercoledì 20 Gennaio 2021 di Mauro Giustozzi
Claudio Valenti

MACERATA - Amava la sua famiglia, il lavoro, lo sport e la musica. Ed affrontava la vita sempre con tenacia, anche quando la malattia lo ha colpito, fino a portarlo via all’affetto dei suoi cari. Si è spento prematuramente a 54 anni, dopo aver affrontato e combattuto con grande coraggio, all’hospice di Montecassiano, Claudio Valenti, maceratese molto noto per la molteplicità delle attività che ha percorso nella sua esistenza.

 

Lavoratore apprezzato nell’azienda Porfiri di Colbuccaro di Corridonia, ma poi persona che ha amato molto la musica tanto che da giovane si è fatto apprezzare anche come un ottimo dj, una passione che ha sempre continuato a coltivare negli anni, in particolare in occasione di feste organizzate con gli amici. Ma era soprattutto la pallavolo la sua grande passione. 

Lascia la moglie Maria Laura e il figlio Marco, cui ha trasmesso la passione per il volley visto che milita nelle squadre giovanili della Pallavolo Macerata. Club del quale Claudio Valenti è stato un punto di riferimento sin dalle sue origini quando la denominazione era Montalbano Volley. Una preziosa collaborazione tecnico-organizzativa che lo ha visto sempre attivo al palazzetto anche nella guida del video check.

La Pallavolo Macerata–Med Store, attraverso una nota, ha voluto ricordare Claudio Valenti. «La società comunica con rammarico la scomparsa di un amico, ancor prima che un dirigente, perché Claudio Valenti è stato un amico fraterno della Pallavolo Macerata – inizia il comunicato della società di pallavolo -. Una grande famiglia biancorossa, così Claudio amava chiamare la società, che oggi si stringe in un sentito abbraccio intorno a Marco e Maria Laura. Claudio ha combattuto come un leone fino alla fine la battaglia più difficile e nemmeno la malattia è riuscita a scalfire il suo spirito. Nella Pallavolo Macerata lascia un vuoto incolmabile ma anche tanti bellissimi ricordi, di una persona capace, volenterosa, sempre pronta ad aiutare gli altri e a mettersi a disposizione, con un approccio positivo e il sorriso. Nei suoi tanti anni di collaborazione con la società ha partecipato alla crescita della Pallavolo Macerata fino a raggiungere insieme la serie A, raccogliendo la stima dei colleghi e dei tanti ragazzi che hanno vestito la maglia biancorossa, per i quali è stato un vero e proprio punto di riferimento. In questo momento di profondo lutto, la società saluta per l’ultima volta un amico, che avrà sempre un posto speciale nel cuore della Pallavolo Macerata».

La salma è stata composta all’obitorio di Macerata, i funerali si terranno all’Abbadia di Fiastra oggi alle 14,30.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA