Aiuta un uomo a sistemare il giardino e con una scusa gli ruba i soldi in casa. Denunciato 50enne

Un momento dei controlli dei carabinieri FOTO FALCIONI
Un momento dei controlli dei carabinieri FOTO FALCIONI
di Benedetta Lombo
3 Minuti di Lettura
Sabato 3 Settembre 2022, 07:25

MACERATA  - Prima lo aiuta nei lavori di giardinaggio poi, approfittando di un momento di distrazione, gli sfila via 700 euro. Un 50enne è stato denunciato per furto aggravato. L’uomo, dopo aver aiutato il proprietario di casa a ripulire il giardino dalle erbacce gli ha ripulito anche la credenza dove erano nascoste le banconote. A risalire all’identità del 50enne sono stati i carabinieri della stazione di San Ginesio a cui si era rivolto la vittima una volta scoperto l’ammanco.

Dopo la denuncia erano scattate le indagini che hanno portato all’individuazione del presunto responsabile del furto in abitazione. I 700 euro in contanti erano custoditi in una credenza e da un momento all’altro erano spariti. Ora il cinquantenne dovrà rispondere all’autorità giudiziaria del reato di furto aggravato. 

A Porto Recanati invece i carabinieri della locale stazione hanno denunciato all’autorità giudiziaria due persone di nazionalità tunisina, ritenute responsabili del furto di prodotti per l’igiene e profumi ai danni di un esercizio commerciale. I due extracomunitari sono stati riconosciuti grazie all’esame delle immagini registrate dalle telecamere dell’impianto di videosorveglianza interna del negozio. Sempre a Porto Recanati i militari hanno inoltre rintracciato un 29enne campano nei cui confronti pendeva una misura di sicurezza emessa dal Tribunale di Lagonegro (Potenza), in relazione alla sua pericolosità sociale. Il giovane è stato affidato ad un’idonea comunità terapeutica.


Infine a Civitanova i carabinieri hanno segnalato alla prefettura di Macerata, in qualità di consumatore di sostanze stupefacenti, un 25enne. Il giovane infatti è stato controllato e trovato in possesso di una modica quantità di hashish compatibile con l’uso personale. Sul fronte della sicurezza stradale, poi, nell’ambito del controllo della circolazione finalizzata alla prevenzione degli incidenti e alla repressione dei comportamenti pericolosi, in provincia sono state identificate 460 persone e controllati 292 veicoli. Nel corso dei controlli sono state elevate 29 contravvenzioni al codice della strada per violazioni che vanno dal mancato uso delle cinture di sicurezza alla guida facendo uso del telefono cellulare, dalla mancata revisione del veicolo alla guida pericolosa. Contestualmente sono state ritirate sei patenti di guida e sottoposti a sequestro due automezzi. 

Le attività e i servizi di controllo straordinari del territorio sono stati predisposti dal comando provinciale guidato dal colonnello Nicola Candido nella giornata di ieri e sono stati svolti anche con l’ausilio di un elicottero proveniente dall’Elinucleo carabinieri di Pescara. Le attività finalizzate a garantire la sicurezza dei cittadini e a prevenire la commissione di reati proseguiranno anche nei prossimi giorni su tutto il territorio provinciale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA