Cantieri caos in superstrada, il presidente della Provincia: «Valutare percorsi alternativi»

Cantieri caos in superstrada, il presidente della Provincia: «Valutare percorsi alternativi»
Cantieri caos in superstrada, il presidente della Provincia: «Valutare percorsi alternativi»
di Marco Pagliariccio
3 Minuti di Lettura
Martedì 5 Luglio 2022, 03:10

MACERATA - Come previsto e prevedibile, a Macerata è stato un fine settimana da bollino rosso in superstrada e se già la situazione è di per sé complicata con turisti e pendolari a fare la spola verso il mare, i diversi cantieri che stanno punteggiando il serpentone d’asfalto che collega l’Umbria con l’Adriatico non hanno fatto che aggravare la situazione.

Ingorghi e traffico in tilt

Domenica sera gli ingorghi in direzione monti si sono moltiplicati, con tempi di percorrenza dilatati e traffico in difficoltà anche nelle arterie viarie secondarie, prese d’assalto da molti automobilisti per cercare di sfuggire alla “trappola” della Statale 77. Così ieri si è mobilitato anche il presidente della Provincia Sandro Parcaroli, che ha preso penna e calamaio per chiedere all’Anas di effettuare i pur necessari lavori in corso di notte o nelle fasce orarie di minor transito. 


Gli interventi


«L’Anas sta effettuando una serie di interventi importanti per rendere più sicure le strade del nostro territorio – dice Parcaroli – ma siamo consapevoli che ciò sta creando diversi disagi agli automobilisti. Per questo invito a valutare viabilità alternative. Da parte della Provincia stiamo tenendo sotto controllo le arterie di nostra competenza e saremo attenti a verificare che i tempi definiti da Anas per la fine degli interventi previsti vengano rispettati. Il dialogo con Anas è continuo e abbiamo chiesto che, quando e dove possibile, i lavori siano effettuati nelle ore notturne o di minor traffico, in modo da poter limitare i disagi solo ad alcuni momenti della giornata e di non sommare troppi cantieri tutti insieme per evitare un eccessivo congestionamento delle strade. La Provincia sta monitorando la situazione sulle strade di sua competenza per garantire agli automobilisti una viabilità scorrevole e alternativa, cercando così di ovviare ad alcuni disagi che si stanno creando in queste settimane lungo la superstrada per via dei lavori programmati da Anas». 


La chiusura

Quella di oggi (almeno secondo il programma) dovrebbe essere la data di chiusura del cantiere tra Morrovalle e Montecosaro, quello che sta creando i maggiori disagi. Ma l’Anas aveva già annunciato nei giorni scorsi che poi l’attenzione si sarebbe spostata di qualche chilometro verso mare, con anche la chiusura dello svincolo di Montecosaro fino ai primi di agosto. Sempre chiuso lo svincolo di Tolentino Est (lo sarà ancora per un mese) e proseguiranno fino alla sospensione agostana anche i lavori ai viadotti Savini e Belforte, a Belforte del Chienti. Non mancano comunque code e polemiche da parte degli automobilisti in transito, costretti allo slalom tra i cantieri. E non mancano gli incidenti, anche se non sempre sono ricollegabili ai lavori. L’ultimo schianto in superstrada ieri all’altezza dello svincolo di Morrovalle, direzione mare, poco prima del tratto dei lavori. Tre auto, tamponamento a catena, quattro feriti per fortuna non gravi e traffico in tilt. E’ successo intorno alle 17. Ancora da chiarire l’esatta dinamica. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA