Blitz in un appartamento in centro: la polizia scopre il bazar della droga. Trovati più di 60 grammi tra cocaina, hashish e marijuana

Giovedì 9 Dicembre 2021 di Chiara Marinelli
Blitz in un appartamento in centro: la polizia scopre il bazar della droga. Trovati più di 60 grammi tra cocaina, hashish e marijuana

MACERATA -  Via vai sospetti dalla porta di un appartamento in pieno centro, blitz da parte degli uomini della Squadra mobile. L’odore pungente di marijuana ha permesso di stanare un pusher: in manette un gambiano richiedente asilo. In casa aveva diversi grammi di sostanze stupefacenti, pronti per essere venduti nel mercato della droga di tutta la provincia.

 

 

L’operazione è stata messa a segno nella tarda serata dell’altro ieri, nel corso di un servizio anti-droga che ha visto impegnati, con appostamenti e indagini, gli investigatori della Squadra mobile di Macerata, guidati dal commissario capo Matteo Luconi.

L’esito, come si diceva, è di un arresto in flagranza di reato nei confronti di uomo gambiano, che aveva in casa diverse dosi di stupefacente. Tutto è partito da un servizio di appostamento, dopo che i poliziotti sono riusciti a individuare l’appartamento dove il gambiano viveva, situato come si diceva in pieno centro storico a Macerata. Gli agenti, infatti, avevano notato, nel corso dei quotidiani controlli, un andirivieni sospetto di persone che entravano ed uscivano da quella casa. A quel punto, l’altra sera, è scattato il blitz. Dopo aver fatto irruzione all’interno della casa, il pungente odore di marijuana, che permeava tutto l’appartamento, ha insospettito i poliziotti, che hanno deciso di procedere ad una perquisizione approfondita.

L’appartamento è stato passato al setaccio. Occultati nella camera da letto del gambiano, gli agenti della Squadra mobile hanno scovato e recuperato diverse dosi sostanze stupefacenti, di diversa tipologia: erano nascosti in casa, infatti, 6 grammi di cocaina, 50 grammi di hashish suddivisi in dosi, nonché 6 grammi di marijuana, anche questi suddivisi in più dosi. In casa sono stati trovati anche due bilancini di precisione, utilizzati ovviamente per la pesatura della droga. Il gambiano, dopo le formalità di rito, è finito in manette e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, a disposizione del sostituto procuratore della Repubblica Rita Barbieri. 


Non è che l’ennesimo servizio anti-droga svolto dagli agenti di polizia, da sempre impegnati a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti e a stanare i pusher, dalla costa all’entroterra. Lo scorso fine settimana, a Civitanova, un pusher tunisino era stato arrestato. In bocca, alla vista della polizia, aveva nascosto 14 dosi di droga, tra eroina e cocaina.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA