Via al bike sharing, saranno 5 gli hub: «Pronto l’appalto». Ecco i tempi per la messa a punto del progetto

Mercoledì 26 Gennaio 2022 di Mauro Giustozzi
Via al bike sharing, saranno 5 gli hub: «Pronto l appalto». Ecco i tempi per la messa a punto del progetto

MACERATA  - Realizzazione e installazione di pensiline e-bike, è in corso la gara che si chiuderà entro fine mese per assegnare l’appalto, con il criterio di aggiudicazione del prezzo più basso, di esecuzione dei lavori che ammontano a 150.554,51 euro nell’ambito del piano di una mobilità sostenibile varato all’amministrazione comunale e finanziato per un milione di euro dai fondi Iti In-Nova Macerata, che comprende la creazione di una rete di stazioni bike sharing dotate di sistemi di ricarica elettrica per la potenziale utenza che può andare da studenti a lavoratori o turisti. 

 


«Si tratta di cinque stazioni di ricarica che dovranno essere installate – dice l’assessore ai Lavori pubblici, Andrea Marchiori - le prime cinque che saranno messe in opera sul percorso ciclopedonale: una sarà posizionata al parcheggio del palas di Fontescodella che sarà anche la prima dell’intero percorso, la seconda verrà installata in piazza Pizzarello, nel giardinetto di mezzo che si trova tra le due vie non distante dal monumento degli alpini, e sarà montata in prossimità delle due bacheche del Comune. Una terza stazione di bike sharing andrà collocata nel parcheggio del piazzale XXV Aprile della stazione ferroviaria, poi altri due punti individuati sono in prossimità del polo universitario Bertelli e l’ultima per il momento in viale Trieste accanto al chiosco che si trova di fronte alla sede municipale. Peraltro la rigenerazione di quel chiosco rientra in questo progetto e c’è stato da poco l’affidamento dei lavori che quindi inizieranno tra pochi giorni: lì troverà posto un punto informazioni di mobilità sostenibile a ridosso del centro storico, chiosco di viale Trieste che verrà riqualificato e che rappresenterà così un punto nodale di riferimento per la gestione e manutenzione del sistema di smart-mobility urbano». 


Dunque avanza a grandi passi l’intero progetto che nelle scorse settimane aveva avuto l’affidamento alla ditta Socab costruzioni di Porto San Giorgio dei lavori per il parcheggio scambiatore di Fontescodella: in base al contratto l’opera sarà ultimata entro l’anno e riguarda il completo rifacimento del parcheggio e di tutta l’area, una realizzazione ex novo. La società adriatica realizzerà al costo di 482mila euro il nuovo parcheggio scambiatore. Gli altri fondi riguardano 35mila euro per l’acquisto di bici elettriche, segnaletica e rastrelliere, 8mila euro per la gestione informatizzata delle postazioni, 55mila euro per lavori di riqualificazione del punto informazioni di mobilità sostenibile e il resto per illuminazione, manutenzione, spese tecniche che porta ad un totale di un milione di euro. 


«Stiamo andando veloci su questo progetto che presenta vari fronti – sottolinea l’assessore Marchiori - le gare e gli appalti sono tutti coordinati con la medesima filosofia. Per le stazioni di bike sharing nel giro di qualche settimana si procederà pure all’assegnazione delle opere da effettuare mentre sui tempi attualmente siamo vicini alla conclusione del progetto esecutivo del primo stralcio dell’anello ciclopedonale presentato pochi giorni fa. Verrà messo a terra subito con completamento entro l’anno, con una visibilità del tracciato che sono fiducioso arrivi già entro l’estate prossima. Direi che il 2022 potrà essere ricordato come l’anno in cui a Macerata parte il sistema della mobilità sostenibile e ciclopedonale. Significa che potrà essere utilizzate sia dai ciclisti che dai pedoni, con percorsi dedicati ed alternativi alla viabilità urbana spesso intasata dalla presenza di un elevato volume di traffico automobilistico. Il parcheggio scambiatore, compreso tra l’innesto della bretella Mattei-La Pieve che verrà realizzata e l’area del Parco di Fontescodella, che anch’essa sarà oggetto di profonda trasformazione green- conclude l’assessore Andrea Marchiori - , offrirà ai cittadini un nuovo modo di accedere al centro città».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA