Baby pusher a scuola, allarme sempre più forte: scattano i controlli con i cani antidroga

Baby pusher a scuola, allarme sempre più forte: scattano i controlli con i cani antidroga
Baby pusher a scuola, allarme sempre più forte: scattano i controlli con i cani antidroga
di Daniel Fermanelli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Marzo 2022, 06:20

MACERATA -  Un piano per fronteggiare il fenomeno dei baby pusher. Il Comune punta sulla prevenzione per far fronte allo sballo tra i giovanissimi. Si intitola “Siamo con voi” la campagna di comunicazione promossa dal comando della polizia locale nell’ambito del progetto “Scuole sicure”, promosso dall’assessorato alla sicurezza e la prefettura di Macerata e finanziato dal Ministero dell’Interno, finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.


Progetto che vede proseguire le collaborazioni, coordinate dalla questura di Macerata, con i carabinieri, Guardia di finanza e il comando della Polizia locale. «L’obiettivo che ci siamo posti – interviene il comandante della polizia locale Danilo Doria – non è assolutamente repressivo ma al contrario preventivo e di sensibilizzazione. Vogliano infatti trasmettere ai giovani, agli studenti, il senso vicinanza e di fiducia che devono avere nei confronti degli agenti impegnati nelle attività di sensibilizzazione. È nata da questi presupposti la campagna di comunicazione che abbiamo voluto realizzare. I totem rappresentano un segno tangibile della disponibilità ad ascoltare, visibile a tutti». Diversi totem con la nuova grafica, infatti, sono stati posizionati nei luoghi solitamente più frequentati dagli studenti, come il terminal degli autobus, e nelle vicinanze dei vari plessi scolastici.

«L’impegno dell’amministrazione comunale è continuo e costante – interviene l’assessore alla Sicurezza Paolo Renna -, anche con il supporto della prefettura di Macerata, per prevenire e contrastare l’uso di sostanze stupefacenti da parte delle giovani generazioni. Ringrazio a nome dell’amministrazione Parcaroli tutti coloro che si stanno prodigando per il raggiungimento di questo obiettivo grazie alla sinergia tra le varie forze di polizia quali carabinieri, polizia di Stato, Guardia di Finanza e la nostra polizia locale».

Ovviamente alla prevenzione si affianca anche l’attività per individuare eventuali possessori di sostanze stupefacenti. E in tal senso i controlli avvengono anche con l’ausilio dell’unità cinofila di Ascoli Piceno, il pastore tedesco Ila, a cui presto si aggiungerà anche quella di Tolentino, e sono effettuate sistematicamente attraverso ispezioni generali sia nei pressi degli istituti scolastici che nelle aree adiacenti come quella dei Giardini Diaz e altri parchi cittadini. Un impegno a 360 gradi per fronteggiare il fenomeno dello sballo tra i più giovani. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA