Camion usato abusivamente per il trasporto merci, autista di bus viola i tempi di guida. Scattano le maximulte

Venerdì 29 Gennaio 2021 di Daniel Fermanelli
I controlli della polizia stradale

MACERATA - La polizia stradale ha effettuato un’attività specifica finalizzata allo screening dei veicoli in circolazione, con lo scopo prioritario di verificare il rispetto della normativa sui tempi di guida e di riposo, con riferimento ai mezzi commerciali e destinati al trasporto di persone, al fine di contrastare il fenomeno dell’alterazione dei crono-tachigrafi e impedire i fenomeni di abusivismo nel settore del trasporto di merci, con particolare attenzione al trasporto internazionale. 
 
In particolare è stato sottoposto a sequestro amministrativo un veicolo commerciale sprovvisto di copertura assicurativa, è stato sottoposto a fermo amministrativo un autocarro ucraino impiegato abusivamente nell’attività di trasporto merci. Sono state accertate violazioni ai tempi di guida nei confronti del conducente di un autobus impiegato nel trasporto internazionale di passeggeri ed altre importanti violazioni nei confronti di guidatori di altri vettori stranieri ai quali sono state applicate sanzioni amministrative per un totale di 8.823 euro.
È stato, inoltre, garantito il controllo delle restanti categorie di veicoli con il fine - attraverso la verifica incrociata degli elementi identificativi -, di contrastare il fenomeno del riciclaggio. È stata poi posta un’attenzione particolare al rispetto della normativa anti-Covid relativa alle modalità di spostamento della popolazione. 
 
La sezione della polizia stradale di Macerata, anche nell’ambito del più ampio piano di controllo del territorio attuato dal questore Vincenzo Trombadore, ha effettuato tale servizio, diretto dal dirigente Tommaso Vecchio, sul tracciato autostradale dell’A/14, compreso tra il casello di Porto Recanati/Loreto ed il casello di Civitanova, avvalendosi di sei autopattuglie. L’attività si è svolta utilizzando tutti i supporti tecnologici in dotazione tra cui i tablet, i police control (controllo dei cronotachigrafi digitali) e gli street control (controllo delle coperture assicurative e delle revisioni). Una maxi operazione, dunque, finalizzata alla tutela della sicurezza sulle strade.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA