La rivincita della montagna: i turisti vanno a caccia di refrigerio. Ecco le località più trend

La rivincita della montagna: i turisti vanno a caccia di refrigerio. Ecco le località più trend
La rivincita della montagna: i turisti vanno a caccia di refrigerio. Ecco le località più trend
4 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Giugno 2022, 06:25

MACERATA  - Con il caldo torrido delle ultime settimane le zone di montagna si sono prese la rivincita in quanto a presenze turistiche. Se, infatti, la stagione sui Sibillini era iniziata in controtendenza rispetto agli altri anni, con una riscoperta del mare e meno presenze sui monti, l’afa di questi giorni ha riequilibrato la situazione in favore degli operatori di Bolognola e Frontignano. C’è addirittura chi dalla città in collina o in pianura si sposta in altura per la notte e poi rientra per tornare al lavoro.


La ripresa
«La partenza della stagione non era stata buona - ammette Francesco Cangiotti di Bolognola Ski e Frontignano 360 - probabilmente perchè dopo anni di chiusura e limitazioni lungo la costa, quest’anno il mare era ripartito con maggiore entusiasmo. Ma tutto il grande caldo arrivato successivamente ha reso i numeri molto più favorevoli. Tante persone hanno scelto di tornare in montagna per godersi un po’ di fresco. C’è stata una ripresa e siamo tornati sui numeri dello scorso anno». Ripresa dettata anche dagli investimenti che il gestore ha effettuato su entrambi i versanti. «Frontignano sta andando molto bene con il nuovo solarium che permette di prendere il sole nell’area riservata. Con la vasca idromassaggio e la doccia esterna si può stare in relax senza il caldo eccessivo della pianura. Inoltre la seggiovia è aperta nei fine settimana, dal mattino a tarda serata, e permette di salire e facilitare le escursioni dei camminatori che vogliono arrivare in quota e poi usufruire dell’area del bike park».

L’offerta
«Come anche per Bolognola ci sono i noleggi delle e-bike e i tour organizzati che permettono di apprezzare al meglio i percorsi più panoramici e suggestivi - continua Cangiotti -. Torneranno anche le nostre cene in quota che stanno andando molto bene: si sale in seggiovia al tramonto, si fa l’aperitivo nel solarium e poi si rientra a sera. A Bolognola torneranno anche le serate con l’osservazione delle stelle. Gli eventi e le cene calendarizzate sono già quasi tutte sold out e questo ci fa ben sperare». Resta però sempre l’ombra della siccità che in montagna sta facendo sentire i suoi effetti su molte attività.

L’acqua
«Se da un lato il caldo invita le persone a venire in montagna - spiega Cangiotti - dall’altro il problema della siccità potrebbe essere un ostacolo, ma quest’anno ci sono state anche diverse nevicate - ricorda - e non credo che da noi possa trasformarsi in una vera e propria emergenza. Al momento non abbiamo riscontrato problemi: la montagna ha comunque bacini di stoccaggio e depositi che potrebbero aiutare a far fronte al calo della risorsa»
Il caldo è un elemento positivo anche per il Base Camp 1070 di Bolognola, gestito da Antonella De Santis. «C’era stato un periodo di stop - dice - , ma il caldo ha permesso di riprendere bene e ora c’è movimento anche in settimana. I camper arrivano da fuori regione, ma ci sono anche persone della provincia di Macerata che hanno preso la piazzola stagionale per cercare refrigerio quando in città è difficile vivere. Addirittura vengono in serata, dormono e poi tornano a lavorare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA