Giuliano, 63 anni, imprenditore, cade su una pietra e muore sul sentiero dei Sibillini. Amici sotto choc

Lunedì 21 Settembre 2020 di Alessandra Bastarè
La zona del dramma

FIASTRA - Passeggiata sui Monti Sibillini si trasforma in tragedia: muore un 63enne fermano. Il dramma si è consumato nella tarda mattinata di ieri, intorno alle 11.30, nella zona di Rio Sacro, nel territorio comunale di Fiastra. Stando alle prime ricostruzioni la vittima, Giuliano Vitali, imprenditore 63enne residente a Fermo, era in compagnia di due amici e stava percorrendo il sentiero a piedi - lui era il capo cordata - a circa 700 metri di quota quando improvvisamente è caduto a terra, battendo il volto contro una pietra, e ha perso conoscenza.

LEGGI ANCHE: Escursionista inciampa, batte la testa su una pietra e muore sul sentiero davanti agli amici

LEGGI ANCHE: Mamma, papà e figlia di 4 anni cadono dal ponte tibetano della Val Sorda

 

Immediatamente sono scattati i soccorsi. Uno dei due amici che erano con Vitali si è subito allontanato dal luogo dell’accaduto per cercare di raggiungere una zona dove ci fosse campo per far funzionare il telefono e allertare i soccorsi mentre l’altro è rimasto in compagnia del 63enne caduto a terra. Subito sul posto sono arrivati gli uomini del Soccorso alpino e speleologico della sezione di Macerata, i vigili del fuoco, l’eliambulanza Icaro 2, i carabinieri forestali di Fiastra e i militari della Compagnia di Camerino, guidati dal capitano Roberto Nicola Cara. Il 63enne è stato raggiunto dalla squadra di terra del Soccorso alpino e dall’eliambulanza ed è stato caricato sul verricello per il recupero; il medico intervenuto sul posto – prima di trasferire il 63enne in ospedale - ha tentato di rianimare l’imprenditore fermano ma per lui non c’è stato nulla da fare. L’uomo è infatti arrivato privo di vita all’ospedale di Camerino dove la salma è stata sottoposta all’ispezione cadaverica.
Secondo gli esami effettuati sul corpo di Vitali la morte sarebbe da attribuire a un malore che si è rivelato fatale per l’imprenditore. Il corpo del 63enne è stato poi riconsegnato alla famiglia per i funerali, che devono ancora essere fissati. La notizia dell’accaduto ieri si è diffusa a macchia d’olio e numerosi sono stati gli attestati di cordoglio pervenuti alla famiglia dell’imprenditore in questo momento di grande dolore.

Ultimo aggiornamento: 17:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA