Spinelli sulla minicar: due minorenni nei guai a Macerata. Denunciato un giovane: girava in auto con un maxi coltello

Spinelli sulla minicar: due minorenni nei guai a Macerata. Denunciato un giovane: girava in auto con un maxi coltello
Spinelli sulla minicar: due minorenni nei guai a Macerata. Denunciato un giovane: girava in auto con un maxi coltello
2 Minuti di Lettura
Lunedì 26 Dicembre 2022, 12:56

MACERATA  - Arrestata una persona, due minori segnalati per uso personale di sostanza stupefacenti, una persona denunciata per porto abusivo di arma bianca e sette persone denunciate per guida in stato di ebrezza alcolica: ecco il bilancio natalizio dei militari dell'Arma di Macerata.

L'ordine di carcerazione
 

Controllo a tutto campo negli ultimi giorni dei carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile della compagnia di Macerata e della stazione di Pollenza. I militari dell’Arma di Pollenza hanno proceduto all'esecuzione di un ordine di carcerazione per un nigeriano condannato in via definitiva alla reclusione di due anni 8 mesi per il reato di riciclaggio di denaro. L’arrestato è stato recluso  a Fermo.

Pericoli alla guida

I carabinieri della sezione Radiomobile del Norm durante i controlli alla circolazione stradale hanno ritirato 7 patenti di guida: le persone controllate (e poi denunciate) erano in stato di ebrezza alcolica con un tasso superiore a 0.80. I militari della sezione radiomobile nel corso di controlli hanno poi fermato due minorenni a bordo di una mini car. Da una ispezione personale e veicolare hanno rinvenuto due “spinelli” per un totale di circa due grammi. Entrambi sono stati segnalati alla Prefettura di Macerata per uso personale di sostanza stupefacente e alla Procura della Repubblica per i minorenni di Ancona. Infine sempre i militari della sezione Radiomobile hanno fermato un giovane a bordo della propria auto con un coltello lungo circa 24 cm, senza autorizzazione o giustificazione. Il giovane è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Macerata per possesso ingiustificato di strumenti atti ad offendere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA