Scorribanda dei ladri, finiscono nel mirino due abitazioni. Bottino magro ma cresce la paura dei residenti

Giovedì 4 Novembre 2021
Scorribanda dei ladri in via Zegalara: finiscono nel mirino due abitazioni. Bottino magro ma cresce la paura dei residenti

CORRIDONIA -  Ladri piuttosto maldestri quelli in azione tra il tardo pomeriggio e la prima serata di martedì in un condominio di via Zegalara. Alcuni malviventi si sono introdotti in due appartamenti di una palazzina, approfittato del fatto che fossero entrambi vuoti a quell’ora, ma non sono riusciti a trafugare granché.

 

«La mia compagna era uscita verso le 18 e io sono rientrato intorno alle 21, per cui chi è entrato in casa nostra l’ha fatto in quella fascia oraria – racconta un residente –. Prima hanno provato a forzare il portone, ma non riuscendoci hanno fatto il giro fuori e hanno sfondato una finestra. Una volta dentro, però, hanno solo spaccato un salvadanaio e preso gli spiccioli che c’erano all’interno. Per il resto hanno fatto un gran trambusto, rovistato negli armadi e tra i vestiti, ma non hanno preso altro. Abbiamo sporto denuncia, ma in realtà, alla fine, sono più i danni causati che quello che effettivamente ci è stato trafugato». Di sicuro nella stessa fascia oraria la banda, o il bandito solitario, questo non è stato ancora appurato, è penetrata anche in un altro appartamento dello stesso stabile e con lo stesso modus operandi, ovvero sfondando la finestra per introdursi all’interno. In quel caso, addirittura, non è stato portato via nulla. Evidentemente, viste le tecniche non proprio raffinate, si tratta di piccoli delinquenti alle prime armi. I carabinieri stanno indagando per risalire agli autori dei raid. 


Quel che è certo è che la scia dei furti in appartamento continua ad allungarsi anche nella provincia di Macerata, con colpi che appaiono sulla mappa a macchia di leopardo. Per quanto riguarda Corridonia, due mesi e mezzo fa, poco dopo Ferragosto, in tre cercarono di irrompere in alcune abitazioni tra viale Montolmo e via Portarellia, finendo però per far scattare l’allarme e darsela a gambe levate. Ai primi di luglio, invece, dei topi d’appartamento si introdussero in un appartamento in via dei Mestieri mentre la coppia di proprietari stava dormendo al suo interno. In quel caso furono più fortunati: la refurtiva fu di un anello e circa 200 euro di soldi liquidi trafugati da un portafoglio. Grande l’impegno dei militari dell’Arma sul fronte del controllo del territorio, con pattugliamenti continui sia di giorno che di notte.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA