Scivola mentre fa il bagno nella piscina gonfiabile, bimbo di due anni rischia di annegare

Sabato 10 Luglio 2021 di Marco Pagliariccio
Sul posto è intervenuta l'ambulanza del 118

CORRIDONIA - Una giornata da dimenticare in fretta per Colbuccaro, al centro dell’attenzione per due fatti di cronaca a stretta distanza. Un grande spavento, ma per fortuna non dovrebbero esserci gravi conseguenze, per un bambino di 2 anni che ha rischiato di annegare all’interno di una piccola piscina gonfiabile.

 

Il piccolo, dell’età di appena due anni, si stava godendo un po’ di refrigerio insieme alla sua famiglia, di origine straniera, facendo il bagnetto nei pochi centimetri d’acqua versati all’interno del gonfiabile posato in giardino. 

Una mattinata come tante altre, insomma, trascorsa dal piccolo tra gli affetti più cari e la ricerca di un po’ di refrigerio senza doversi spostare verso il mare. All’improvviso la grande paura. Il bimbo è scivolato all’interno della piscinetta e un familiare l’ha ritrovato a pancia in giù, in mezzo all’acqua, privo di sensi. Una scena agghiacciante, che ha fatto subito scattare la corsa verso la salvezza. Immediata è partita la richiesta di aiuto al 118 e un mezzo di soccorso è prontamente arrivato sul posto: il pronto intervento dei sanitari ha evitato il peggio, ma per il bambino è stato comunque necessario il trasportato d’urgenza all’ospedale di Macerata al fine di monitorarne le condizioni: stabilizzatosi, il piccolo sta abbastanza bene, ma resta ricoverato nel reparto di Pediatria del nosocomio del capoluogo. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri di Corridonia. 
 
A completare la giornata da dimenticare per la frazione corridoniana, in tarda mattinata, anche un vasto incendio che è divampato in un campo di orzo lungo il corso del torrente Fiastra, al confine con il territorio di Petriolo. Le fiamme hanno divorato tutto il raccolto e colpito anche buona parte del boschetto adiacente: soltanto per un soffio l’agricoltore proprietario dell’appezzamento di terreno è riuscito ad evitare che il rogo lambisse anche un trattore. L’intervento dei vigili del fuoco di Macerata è stato molto complesso perché il vento caldo delle ore di punta di questi giorni di afa contribuiva ad alimentare diversi piccoli focolai: le operazioni si sono concluse nel pieno del pomeriggio, dopo diverse ore sul posto, per fortuna senza ulteriori danni a cose o persone. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA