Il caso dell’acqua rossa dai rubinetti e l'ira dei residenti: l’Apm prende in mano la situazione

Martedì 12 Ottobre 2021 di Marco Pagliariccio
Il caso dell acqua rossa dai rubinetti e l'ira dei residenti: l Apm prende in mano la situazione

CORRIDONIA -  Va verso la soluzione uno dei problemi più annosi che affligge le due frazioni corridoniane, San Claudio e Colbuccaro, ovvero quello dell’acqua che esce dai rubinetti con una inquietante tinta rossiccio-marrone. Il Comune di Corridonia aveva da tempo avviato un confronto con l’ente gestore del servizio idrico e finalmente questi confronti hanno portato a una possibile soluzione del problema.

 

L’Apm, infatti, ha iniziato nei giorni scorsi i lavori per il rifacimento delle linee dell’acqua a San Claudio e, nelle prossime settimane, partiranno i cantieri anche a Passo del Bidollo. «L’obiettivo è quello di risolvere definitivamente il problema dell’acqua rossa, che da tempo attanaglia le due frazioni e che, finalmente, questa amministrazione ha preso di petto e sul serio, muovendosi concretamente per dare risposte adeguate ai cittadini», fa sapere la maggioranza in una breve nota. 


L’ennesima segnalazione di problematiche di questo tipo era arrivata a giugno scorso, quando erano stati alcuni residenti di abitazioni in via Emilia e via Veneto, a Passo del Bidollo, a far presente la questione. A farsi carico della vicenda fu la consigliera comunale di maggioranza Stefania Settimi. «Periodicamente nella nostra zona purtroppo si verifica questo tipo di problema, dovuto alla linea, di vecchia costruzione, con tubi di ferro – affermò all’epoca Settimi – il sindaco Paolo Cartechini si è recato presso l’Apm e dall’incontro è scaturita una notizia molto positiva: entro ottobre l’azienda provvederà a sostituire circa un chilometro di linea con nuove tubature; inoltre cercherà di effettuare il lavaggio della linea stessa con più frequenza nell’arco dell’anno. Auspichiamo che in questo modo si possa finalmente risolvere in maniera definitiva il disagio». Spesso, si sa, i tempi della burocrazia tendono però a dilatarsi per cui lo scetticismo su quel termine temporale era legittimo. E invece stavolta tutto è filato liscio: intervento già avviato e problematica che, si spera, nel giro di qualche mese potrà dirsi risolta. 


I problemi alla rete idrica, purtroppo, soprattutto a Colbuccaro si sono verificati con una certa regolarità negli ultimi anni. Al di là della questione dell’acqua rossa, segno di problemi evidenti all’interno delle tubature, diverse volte l’Apm ha dovuto sospendere la potabilità delle acque per periodi più o meno prolungati per le cause più disparate. Nel 2013 fu necessario addirittura l’arrivo di una autobotte per consentire ai cittadini della zona di Campogiano di approvvigionarsi di acqua potabile. Ad ogni modo, di solito la tintura rossiccio-marrone dell’acqua di rubinetto non è necessariamente associata a una non potabilità, o meglio non lo è in maniera automatica. Il colore scuro viene dato da ossidi ferrosi dovuti all’ossidazione dei metalli e dal manganese.


Normalmente ingerirne non fa male. Si tratta sempre di acqua potabile (se come tale viene fornita dal Comune). Ad ogni modo è chiaro che il consiglio sia quello di evitare di utilizzare acqua di questo tipo per usi alimentari. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA