È morto Maurizio Mattei, ex arbitro di calcio. Era ricoverato al Covid hospital, aveva 78 anni

Maurizio Mattei
Maurizio Mattei
di Luca Patrassi
3 Minuti di Lettura
Sabato 13 Febbraio 2021, 09:01

TREIA - Si è spento ieri a 78 anni al Covid Hospital di Civitanova, dove era ricoverato da diversi giorni in gravissime condizioni, l’ex arbitro di calcio Maurizio Mattei.

Era nato a Treia il 27 febbraio 1942 ed in giacchetta nera è stato protagonista per decenni: premiato nel 1985 con il premio Mauro, assegnato al miglior direttore di gara dell’anno, Mattei aveva iniziato la carriera nel giugno del 1963: un’ottantina di partite in quella che allora era la serie C, 113 in B e 125 nella massima serie, tra queste un derby tra le romane e tantissime partite “di cartello”.

Era stato anche protagonista di un episodio molto discusso che indirettamente assegnò uno scudetto alla Juve: a Cagliari vide un fallo annullando una rete della Fiorentina che tolse il titolo ai toscani e lo assegnò sotto la Mole. Appesa la giacchetta al chiodo, Mattei passò a fare il dirigente arbitrale ed anche in questo settore scalò tutti i gradini fino a fare il designatore dei campionati di serie A e di serie B. Prima del biancorosso della Lube era Maurizio Mattei l’orgoglio sportivo, non solo di Treia ma dell’intero territorio. Una lunga stagione da protagonista, forse con una punta di amarezza perché avrebbe meritato anche la qualifica di arbitro internazionale che non arrivò mai, ma non per questo Mattei perse mai il tratto che lo ha sempre distinto: mai un commento sopra le righe, mai una protesta, mai una parola di troppo su quell’ambiente arbitrale che tanto gli ha dato e qualcosa probabilmente anche tolto. Mai, nemmeno a chi a decenni di distanza gli chiedeva di ricordare un episodio o l’altro. Maurizio Mattei lascia la moglie Elisabetta, i figli Lorenzo e Susanna e una folta schiera di persone che da lui hanno imparato come stare in campo anche nella partita della vita. Ieri per Maurizio Mattei il triplice fischio di chiusura e il saluto riconoscente di tanti che lo hanno voluto ricordare esprimendo anche vicinanza alla famiglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA