Disinfettante anti Coronavirus venduto a peso d'oro, ma è acqua ossigenata: denunciato imprenditore

Mercoledì 25 Marzo 2020

CIVITANOVA - Disinfettante contro il Coronavirus pronto per essere venduto, ma era solo acqua ossigenata. Sequestrati oltre 700 litri di prodotto che avrebbero fruttato circa 35.000 euro. Denunciato un imprenditore 44enne civitanovese per frode in commercio.

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, i nuovi contagi nelle Marche sono 198, più di ieri ma in calo percentuale. Il totale sfiora i 3mila /La mappa del contagio in tempo reale

Coronavirus, altri 32 morti in un giorno nelle Marche, tra cui uno di 37 anni. Accertati però altri 21 decessi: il totale sale a 283

I finanzieri si sono presentati in azienda dove hanno eseguito un intervento ispettivo al seguito del quale sono stati rinvenuti, in prima battuta, stoccati negli uffici della società, 169 flaconi spray di diverse capacità (100 ml e 200 ml), contenenti unicamente acqua ossigenata e pronti per la messa in vendita pur in assenza del titolo autorizzativo ministeriale, necessario per il commercio di prodotti con effetti germicidi e battericidi. Alcuni flaconi di acqua ossigenata spacciata per disinfettante contro il Covid 19 venivano venduti direttamente su Facebook: 9,90 euro per il flacone da 200 ml e 5,90 per quello più piccolo da 100 ml. I finanzieri hanno calcolato che i 700 litri sequestrati avrebbero portato ad una potenziale vendita di 3.500 flaconi da 200 ml, con un guadagno di 35.000 euro. A quel punto l’intero prodotto è stato sequestrato ed il legale rappresentante della società è stato denunciato.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA