Focolaio Covid nella casa di riposo, a Esanatoglia 58 contagiati tra ospiti e operatori

Lunedì 25 Gennaio 2021
Un tampone

MACERATA - Focolai nella casa di riposo Santa Maria Maddalena di Esanatoglia: 58 positivi tra ospiti e personale sanitario e non. «Dall’inizio della emergenza sanitaria, nella nostra casa di riposo, sono purtroppo deceduti otto nostri ospiti, compresi quelli deceduti presso gli ospedali nei quali erano stati ricoverati – spiega il sindaco Luigi Nazzareno Bartocci -. Abbiamo ancora quattro soggetti ricoverati esternamente mentre tutti gli altri sono gestiti internamente alla struttura con il supporto medico e infermieristico, sia del personale del Distretto Sanitario che del corpo della Aeronautica Militare». 

 

 
«Ad oggi contiamo ancora 40 ospiti positivi e 18 tra operatori, addetti alle pulizie e infermieri – spiega il primo cittadino -; per i restanti 19 ospiti accertati negativi si stanno organizzando con il Distretto Sanitario le vaccinazioni, secondo le indicazioni mediche e le prescrizioni sanitarie del caso. La situazione è ancora estremamente critica sia per il lungo decorso della malattia che per la carenza di personale che continuamente cerchiamo di reperire a supporto delle Oss e degli infermieri rimasti che stanno facendo sforzi enormi e turnazioni massacranti, confidiamo di poter risolvere entro la prossima settimana, sia con nuovo personale che con la guarigione tra i primi contagiati». 
Intanto rimane alta l’attenzione anche nelle case di riposo “Porcelli” di Tolentino e nella “Gervasi” di Porto Recanati dove la procura ha avviato un accertamento preliminare, che dovrà essere eseguito dall’Asur, in merito al rispetto dei protocolli. Nella struttura della città costiera sono terminati sabato pomeriggio i trasferimenti degli ospiti in altre strutture. 
Intanto continuano a registrarsi decessi da Covid-19 secondo quanto riportato dal bollettino del Servizio Sanità della Regione Marche: ieri si è spento un uomo di 88 anni di Urbisaglia che era ricoverato all’Inrca di Fermo. Settantadue invece i nuovi contagi registrati ieri nel Maceratese. Sono dieci i pazienti ricoverati in terapia intensiva al Covid-center di Civitanova e stabili le persone in semintensiva nella struttura realizzata da Bertolaso (28) mentre raddoppiano i ricoveri nella terapia semintensiva del reparto di Medicina d’Urgenza dell’ospedale di Macerata che passano da quatto a otto. Stabili i pazienti che si trovano nel reparto non intensivo del Covid-center di Civitanova (14) mentre diminuiscono quelli nell’ex palazzina di Malattie Infettive del capoluogo (da 46 a 42) e quelli ricoverati all’ospedale di Camerino (da 17 a 16). In aumento le persone che si trovano al pronto soccorso di Macerata (da 6 a 8) mentre diminuiscono in quello di Civitanova (da 2 a 1). Sono in diminuzione anche le persone in isolamento domiciliare che passano da 3.491 a 3.457; 272 presentano sintomi mentre 121 sono operatori sanitari. Infine il vice presidente del Consiglio regionale Gianluca Pasqui è intervenuto per augurare una pronta guarigione al consigliere comunale di Tolentino Luca Scorcella, risultato positivo al virus. «Luca è un lavoratore e un amministratore serio e preparato - ha detto -: a lui auguro col cuore di riprendersi quanto prima e di sconfiggere questo nemico perché c’è tantissimo bisogno di persone come lui, nella politica e nel mondo del lavoro».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA