Arriva un fine settimana con il bel tempo, misure antiraduni e multe salate a chi sgarra

Venerdì 8 Maggio 2020 di Alessandra Bastarè
Nella foto di repertorio il lungomare affollato di turisti
MACERATA - Alte temperature, primo weekend della Fase 2 e seconda domenica di maggio che coincide anche con la festa della mamma. Una ricetta perfetta per passare una giornata all’aria aperta ma guai a dimenticare un’altra variabile: il Covid-19. Sì, perché questo fine settimana è il primo dopo un lungo periodo di lockdown da coronavirus e le previsioni meteorologiche ci preparano a un sabato e una domenica con i fiocchi per una gita fuori porta. L’euforia però lascia subito spazio ai timori – in particolare quelli degli amministratori comunali – e alla speranza che tutti rispettino le norme di contenimento della pandemia che, non lo dimentichiamo è, seppur invisibile, ancora tra noi.

LEGGI ANCHE: Fase 2, oltre un milione di italiani colpiti dalla Sindrome della capanna dopo il lockdown: ecco di cosa si tratta

Il Maceratese si sta preparando ad affrontare due giorni impegnativi sul fronte dei controlli soprattutto nei comuni costieri dove, in questi pochi giorni di allentamento delle misure, la voglia d’estate si è fatta sentire. Rimane off limits la spiaggia di Porto Recanati, fino al 10 maggio, come deciso dal sindaco Roberto Mozzicafreddo (la prima ordinanza era fino al 17). In provincia rimangono quindi accessibili il lungomare di Civitanova e quello di Porto Potenza dove la sorveglianza e i controlli, sabato e domenica, saranno intensificati notevolmente.

LEGGI ANCHE: Cresime rinviate e niente acquasantiere, ma dal 18 di nuovo Messa a porte aperte/ Scarica tutte le regole

 
«Utilizzeremo il quad per un controllo maggiore nei nostri tre tratti di spiaggia – ha spiegato l’assessore alla sicurezza di Civitanova, Giuseppe Cognigni -. In questi giorni alcune persone hanno deciso di prendere il sole in riva al mare nonostante la normativa sia molto chiara su questo tipo di comportamento, che non è contemplabile. Per i parchi invece, che rimarranno aperti con le rispettive aree giochi interdette, la polizia locale monitorerà la situazione con gli agenti in bici. Non vogliamo essere fiscali ma chiediamo ai cittadini la massima responsabilità». A Potenza Picena il sindaco Noemi Tartabini ha spiegato che «9 agenti della polizia locale, in collaborazione con le forze dell’ordine e la Protezione civile, vigileranno sul rispetto delle norme soprattutto in spiaggia. Sarà il primo weekend di prova e vediamo come andrà; è chiaro che se dovesse risultare necessario valuteremo la possibilità di adottare misure alternative e diverse». Anche nel capoluogo i servizi saranno intensificati. «È già partito il programma che vede la presenza dei dipendenti comunali, circa venti, muniti di apposite pettorine e riconoscibili, per controllare le maggiori aree verdi della città come i giardini Diaz, Villa Lauri e Fontescodella – ha spiegato l’assessore alla sicurezza maceratese Mario Iesari -. In questi tre parchi la vigilanza, con la polizia locale, sarà costante ma la stessa interesserà anche le altre aree verdi. Domenica saranno coinvolte anche le associazioni cittadine». «Chiederemo la collaborazione delle forze dell’ordine che andranno a supportare polizia locale e Protezione Civile per il controllo dei parchi di Villa Fermani, San Claudio e Colbuccaro – ha spiegato il sindaco di Corridonia Paolo Cartechini -. In tutte le aree, come al cimitero, ci sarà una cartellonistica che segnalerà le norme di comportamento da adottare». 
Anche a Recanati intensificati i controlli. «In campo ci saranno la polizia locale, la Protezione civile e l’Associazione dei carabinieri in congedo – ha detto il sindaco Antonio Bravi -. Maggiormente attenzionate saranno le aree verdi del Colle dell’infinito e di Villa Colloredo». In tutta la provincia previste multe per chi sgarra.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento